venerdì 26 marzo 2010

HOLLY HUNTER

E' l'unica attrice al mondo ad aver vinto un Oscar senza mai pronunciare una parola in tutto il film... e basterebbe questo per dimostrare la straordinaria versatilità di questa piccola, grande donna: l'anno era il 1993 e il film Lezioni di piano, diretto da Jane Campion. Un'interpretazione sconvolgente, disturbante, sublime, che fa conoscere al mondo questa attrice minuta, dalla labbra sottili e dal profilo appuntito.
Holly Hunter ha ormai varcato da tempo la soglia dei 50 anni, ma se la vedi pensi che sia uno scherzo: sembra ancora la ragazzina stralunata di Arizona Junior: ha una faccia furbetta, espressiva, radiosa, un fisico esile esile e uno sguardo intelligente e malizioso. Eppure, a dispetto dei suoi requisiti estetici, la Hunter ha un carattere schivo e riservato: mai un'indiscrezione su di lei, un capriccio da diva, un pettegolezzo sulla sua vita privata. Si sa solo che ha è stata sposata col cineoperatore Janus Kamiski (da cui si è separata nel 2001) e che è diventata madre di due gemelli (a 47 anni!) avuti col nuovo compagno Gordon MacDonald. Di lei parlano "solo" le sue grandissime interpretazioni: oltre ai due film già citati, la ricordiamo nel simpaticissimo Dentro la notizia di James L.Brooks, nei melanconici e strappalacrime Always (sotto la guida di Spielberg) e Once Around , nello sconclusionato Una vita esagerata di Danny Boyle, nel torbido e sballato Thirteen. Ruoli diversissimi tra loro, a testimonianza della bravura e della grande personalità di questo scricciolo dal carattere d'acciaio.

E' amica stretta di Jodie Foster, e del resto le due si assomigliano anche molto, sia dal punto di vista fisico che caratteriale. Jodie l'ha voluta a tutti i costi nel suo secondo film da regista, A casa per le vacanze, e per la Hunter è stato il ruolo della vita (insieme a Lezioni di piano, ovviamente): mai stata così bella, così sexy e così brava come in questa godibilissima e dolceamara commedia familiare. Lei interpreta Claudia, restauratrice precaria che torna a casa dai genitori per il Thanksgiving Day, mentre la figlia quattordicenne sta per perdere la verginità con un compagno di classe dall'altra parte dell'oceano... un tripudio di gag, risate, sospiri e anche lacrime che, per chi ha avuto la fortuna di vedere questo film, fanno subito innamorare a prima vista della sua splendida protagonista.

Che, se vogliamo dirla tutta, resta una delle attrici più sottovalutate di Hollywood. Ed è un vero peccato che la sua carriera non sia mai decollata "davvero", quasi che nel patinato mondo hollywoodiano non ci sia troppo spazio per le donne con testa "pensante" e pure belle, ma non della bellezza che va bene per lo star-system. Pazienza.
Holly Hunter è oggi madre felice e per niente nostalgica del passato: nonostante i due bambini, continua a recitare e far fruttare il suo talento in film indipendenti oppure in piccoli ruoli: l'abbiamo vista in Fratello, dove sei? dei Coen, in Nine Lives, in The Big White. Ultimamente si è pure data in pasto alla tv, nel ruolo di protagonista della fortunata serie Saving Grace, più bella e scattante che mai. E se un giorno, vedendo magari la sua faccia in qualche dvd, vi verrà da chiedervi "ma questa dove l'ho già vista"... ricordatevi di questo post!

2 commenti:

  1. Io ho la fortuna di annoverare A casa per le vacanze tra i miei film preferiti di sempre, lo avrò visto venti volte ed ogni volta, mi ritrovo a ridere e a commuovermi con questa strampalata,dolcissima ed amara commedia.

    RispondiElimina
  2. Sì, purtroppo siamo in pochi ad averlo visto... e purtroppo non esiste nemmeno un'edizione in dvd! Un vero peccato, per un piccolo grande capolavoro. Speriamo che prima o poi qualcuno si decida a colmare questa lacuna. Grazie per il tuo intervento!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...