martedì 5 agosto 2014

IL CINEMA CHE VERRA' : PROPOSTE AUTUNNO-INVERNO...

Interstellar, di Chris Nolan. Il film più atteso della stagione.
Agosto, cinema mio non ti conosco... scimmie e robottoni a parte, il grande schermo chiude per ferie e non resta che concentrarci sulla prossima stagione: si cominciano a spulciare i listini, a guardare i trailer, a farci un'idea su quello che ci aspetta da qui a Natale. L'impressione, lo diciamo subito, è che non sarà un autunno esaltante: c'è un solo titolo attesissimo (Interstellar di Nolan, ma sapete che il sottoscritto è molto diffidente nei suoi confronti...) e varie proposte interessanti, ma non tali da giustificare notti insonni e il conto alla rovescia fin da ora. Insomma, un menu interlocutorio ma che potrebbe rivelarsi migliore del previsto.
Questi sono i dieci film che, a nostro opinabilissimo giudizio, meritano un cerchietto sul calendario: ma ne riparleremo quando li avremo visti!

OUT OF FURNACE - IL FUOCO DELLA VENDETTA (di Scott Cooper - uscita prevista: 27 agosto)
Christian Bale, Woody Harrelson, Willem Dafoe, Forest Whitaker, Zoe Saldana, Casey Affleck: vi bastano? Un cast da capogiro per il primo filmone hollywoodiano dell'anno, un gangster-movie che dalla trama assomiglia forse un po' troppo (e te pareva...) a C'era una volta in America. Però con un tale schieramento di forze bisogna comunque concedergli una possibilità!


IL GIOVANE FAVOLOSO (di Mario Martone - uscita prevista: settembre)
E' il titolo italiano di punta all'ormai prossima Mostra del Cinema di Venezia: Martone in regia, Elio Germano protagonista in questa attesa biografia di Giacomo Leopardi. Il titolo non è affatto ironico: nei suoi 136 minuti di durata, la pellicola cercherà di sviscerare il grande fascino e gli slanci ardimentosi di un poeta immenso. Ambizioso e difficile, ma Martone di solito non delude...


GONE GIRL (di David Fincher - uscita prevista: 2 ottobre)
Tratto da un bestseller (?) della scrittrice americana Gillian Flynn, l'atteso ritorno di David Fincher dietro la macchina da presa si concretizza in questo thriller adrenalinico e teso: Ben Affleck è un uomo subdolo e violento che denuncia l'improvvisa scomparsa della moglie (Rosamund Pike). Logico che i sospetti cadano su di lui, ma le cose ovviamente prenderanno un'altra piega...


BOYHOOD (di Richard Linklater - uscita prevista: 16 ottobre)
L'oggetto più 'strano' del prossimo autunno suscita innegabile curiosità: un film girato nell'arco di dodici anni con sempre lo stesso protagonista, un ragazzino seguito passo passo durante la crescita... non è un soggetto del tutto originale (anche Kubrick stava facendo una cosa del genere, prima che la morte lo cogliesse) ma è certamente intrigante. Staremo a vedere.


MOMMY (di Xavier Dolan - uscita prevista: ottobre)
Venticinque anni e già cinque film all'attivo, quasi tutti premiati ai vari festival: questo è il curriculum di Xavier Dolan, nuovo enfant-prodige d'oltreoceano (sponda canadese). L'ultimo lavoro, Premio della Giuria a Cannes, racconta di un menage-a-trois tra una giovane mamma, un figlio adolescente e problematico e la vicina di casa. Torbido e coinvolgente.


A MOST WANTED MAN (di Anton Corbijn - uscita prevista: 30 ottobre)
Dopo La Talpa, un'altra riduzione cinematografica di un romanzo di John Le Carrè (Yssa il buono): l'ultima interpretazione del grande Philip Seymour Hoffman, nei panni di un agente segreto dedito a debellare un'organizzazione terroristica orientale. Spionaggio e azione, come nella migliore tradizione del genere (con anche Rachel McAdams, Robin Wright e Willem Dafoe).


INTERSTELLAR (di Christopher Nolan - uscita prevista: 6 novembre)
Il film più atteso, desiderato, chiacchierato della stagione: ogni film di Nolan ormai è un evento, il che non fa sempre rima con capolavoro. Però il regista londinese ormai è un furbo produttore di se stesso, oltre ad avere talento da vendere: solo la sua consueta smisurata ambizione può nuocergli, ma certo non si può non vedere questo pamphlet fantascientifico-ecologico con un cast stellare (perdonate il gioco di parole): Matthew McCounaughey, Anne Hathaway, Michael Caine, Wes Bentey, Jessica Chastain, Casey Affleck...


TORNERANNO I PRATI (di Ermanno Olmi - uscita prevista: 6 novembre)
Nell'anno del Centenario della Grande Guerra, messer Ermanno Olmi torna al cinema con un'altra parabola sull'insensatezza della guerra e dell'uso delle armi. Attraverso il racconto del disastro di Caporetto, un appassionato pamphlet pacifista e profondamente umano. Peccato non vederlo a Venezia, ma a novembre tutti in sala!


FURY (di David Ayer - uscita prevista: 14 novembre)
Ancora guerra, ma siamo ben lontani dal tono intimista e pacifista di Olmi: pellicola muscolare e patriottica, tipicamente americana (nel bene e nel male): nell'aprile del 1945, a pochi mesi dalla fine del conflitto, un esercito di cinque uomini cerca di far breccia nelle disastrate difese naziste. Con un Brad Pitt in grande spolvero.


IL RAGAZZO INVISIBILE (di Gabriele Salvatores - uscita prevista: 11 dicembre)
Gabriele Salvatores rompe un silenzio di due anni portando sul grande schermo la favola di un tredicenne che acquista il dono (ma lo sarà davvero?) dell'invisibilità... Ispirato a un fumetto di Alessandro Fabbri, una novella per ragazzi tenera e simbolica, che esce a breve distanza dalle feste natalizie. Con Valeria Golino, Fabrizio Bentivoglio, Hristo Jvkov.







10 commenti:

  1. Mi attirano molti di questi film, in primis il nuovo di Nolan e il filmone con Bale... ormai, vista anche la stagione (qui freddo e temporale pure oggi), sono direttamente proiettata all'autunno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto Silvia... e cinema sia! Speriamo 'grande'!

      Elimina
  2. Al momento mi ispirano solo Interstellar e il nuovo Salvatores... speriamo bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interstellar è atteso praticamente da mezzo mondo. Salvatores invece mi incuriosisce: vedremo cosa ne verrà fuori...

      Elimina
  3. All'uscita del trailer dell'attesissimo film di Nolan orde di gente ha già cominciato a gridare al capolavoro: patetico. Poi speriamo lo sia, ma non si può giudicare un film dal trailer.
    Per il resto non attendo nulla in particolare. Bisognerà aspettare il prossimo anno mi sa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo su Nolan, che personalmente non amo alla follia: ne riconosco il genio, ma anche un'eccessiva predisposizione all'intrigo che spesso nuoce alle emozioni... i suoi film sono perfetti stilisticamente ma fin troppo 'celebrali'. Comunque si, trovo anch'io eccessive le aspettative
      Per il resto, nemmeno a me sembra un autunno esaltante, ma prima vediamo i film... magari ci smentiscono!!

      Elimina
  4. Io amo il cerebrale nolan...mi fa arrotolare su me stessa cercando le spiegazioni dei suoi film.. (Quella trottola si stava fermando?!) comunque letti così sono tutti interessanti...speriamo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia ;) intendiamoci: non dico che non mi piace Nolan, ma semplicemente che spesso esagera nelle trame, nei giochi d'incastri, nei virtuosismi di sceneggiatura che sono perfetti per mostrare il suo talento (e autocompiacersi) ma che tolgono spontaneità alle storie... Inception è perfetto come trama, ma si ha sempre il dubbio di assistere a un mero esercizio di stile: non c'è mai commozione, nè sentimento. Così come l'ultimo Batman diventa commovente solo ne l'ultima parte. Ecco, mi piacerebbe un Nolan meno ossessionata dagli scarafaggi e più 'romantico' mdjjmwpjgggmdmta

      Elimina
  5. Boyhood l'ho visto il mese scorso, è veramente bello! E tra le chicche c'è anche Frank!!! E c'è anche un'altra chicca con Philip Seymour Hoffman: God's Pocket. Ne parlerò ASAP! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, all'estero i film escono anche d'estate, a differenza di qui! Grazie per le anticipazioni ;)

      p.s. a quale Frank ti riferisci??

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...