giovedì 30 marzo 2017

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (30 MARZO - 5 APRILE)



Ben dodici i film in uscita nel weekend, la maggior parte dei quali come al solito andrà incontro a grossi problemi di distribuzione, ma ormai ci siamo abituati. Siamo curiosi di assistere alla versione americana (la prima con attori in carne ed ossa) del cult giapponese Ghost in the Shell, con la cyborg supersexy Scarlett Johansson già idolo dei maschietti (vedere il trailer per credere...)

Il consiglio della settimana va però a un piccolo film britannico, già applaudito all'ultima Mostra di Venezia: si tratta de Il Viaggio - The Journey, cronaca di un immaginario road-movie che vede come protagonisti i leader delle due fazioni protestanti e cattoliche irlandesi, in guerra da sempre, interpretati da due vecchi marpioni come Timothy Spall e Colm Meaney, davvero superlativi. Cercatelo, e non ve ne pentirete!



GHOST IN THE SHELL
(di Rupert Sanders, Usa 2017)
Tratto dal celeberrimo manga di Masamune Shirow, che ha già ispirato l'omonimo cartone del 1995 diretto da Mamoru Oshii, arriva al cinema la prima versione con attori in carne ed ossa, ovviamente già destinato a dividere i fan più o meno integralisti: produzione americana, cast all stars (Scarlett Johansson, Michael Pitt, Juliette Binoche, perfino un cameo di Takeshi Kitano), effetti speciali a iosa. Una cosa è certa: la Johansson versione androide supersexi da sola vale il prezzo del biglietto...
guarda il trailer
aspettativa: 


IL VIAGGIO (THE JOURNEY)
(di Nick Hamm, Gb 2016)
Irlanda, 2006. Ci sono due uomini rinchiusi in una macchina, sotto la pioggia, senza nessuna voglia di parlarsi. Nientei di che come trama, se non fosse che i due passeggeri sono due politici importanti: uno è Martin McGuinness, massimo esponente del Sinn Fein, l'altro è Ian Paisley, vecchio e scorbutico leader del Partito Unionista. Hanno un'ora di tempo (il tempo di arrivare all'aeroporto) per provare a rompere il ghiaccio e porre fine a un conflitto che dura da decenni e che ha mietuto milioni di vittime. Bellissimo, toccante ed ironico, una delle sorprese dell'ultima Mostra di Venezia.
guarda il trailer
aspettativa:  


LA VENDETTA DI UN UOMO TRANQUILLO
(di Raùl Arevalo, Spagna 2016)
Un uomo esce dal carcere dopo otto anni: ad attenderlo fuori ci sono la fidanzata e il figlio. Cercherà di rifarsi una vita, ma ovviamente sarà impossibile cancellare il passato... E' il film che ha sbancato i Goya spagnoli, diretto da quel Raùl Arevalo che avevamo già ammirato come attore nel bellissimo La isla minima. Thriller autorevole e teso, che suscita curiosità. Sperando in una distribuzione decente.
guarda il trailer
aspettativa: 




IL PERMESSO, 48 ORE FUORI
(di Claudio Amendola, Italia 2017)
Cronaca delle 48 ore di permesso di quattro detenuti pericolosi, alle prese con i loro problemi e le loro storie passate. L'opera seconda di Claudio Amendola (anche interprete) si configura come un robusto noir de' noantri, con qualche velleità di analisi sociale... i dubbi ci sono, ma mi piacerebbe essere smentito.
guarda il trailer
aspettativa: 





LA VERITA', VI SPIEGO, SULL'AMORE
(di Max Croci, Italia 2017)
La classica crisi del settimo anno: una donna (Ambra Angiolini) viene lasciata dal compagno dopo sette anni di convivenza. Grazie all'amica del cuore (Carolina Crescentini) e soprattutto fidanzato di lei (Edoardo Pesce) troverà di che consolarsi...
guarda il trailer
aspettativa: 






CLASSE Z
(di Guido Chiesa, Italia 2017)
Dispiace tanto, davvero, vedere un (ex)autore come Guido Chiesa ormai completamente asservito alla comicità demenziale e ai soldi facili di film di infima qualità come questo: solita banalissima parodia del mondo scolastico, con ritmi e situazioni da fiction giovanilistico-televisiva. I tempi di Lavorare con lentezza sembrano distanti anni luce...
guarda il trailer
aspettativa: 




ESCONO ANCHE :

17 ANNI E COME USCIRNE VIVI (di Kelly Fremon, Usa 2016)
RAFFAELLO, IL PRINCIPE DELLE ARTI (di Luca Viotto, Italia 2017)
THE MOST BEAUTIFUL DAY (di Florian David Fritz, Germania 2016)
PER UN FIGLIO (di Suranga D. Katugampala, Italia 2016)
DALL'ALTRA PARTE (di Zrinko Ogresta, Croazia 2016)
LA MIA FAMIGLIA A SOQQUADRO (di Max Nardari, Italia 2017)


8 commenti:

  1. Curioso di vedere cosa combineranno gli americani con “Fantasma dal Benzinaio” speriamo bene vah, l’originale era una discreta bombetta. Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti se ci riesco vorrei vedermi prima l'originale (ce l'ho in dvd ta tempo immemorabile e non l'ho mai visto...) anche se, ti dico, non mi piace mai fare confronti specie quando c'è di mezzo un cult come questo. Cercherò di andare al cinema libero da pregoiudizi.

      Elimina
  2. Eh, Scarlett è sempre Scarlett: buongustaio!
    Un caro saluto.
    Mauro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dirlo forte Mauro, buona serata!

      Elimina
  3. Eh, beh... il culo di Scarlett mette d'accordo anche me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso crederci: ci voleva proprio il culo di Scarlett a farti tornare da queste parti! Ma d'altronde lo diceva anche Tinto Brass... :D

      Elimina
  4. Sfido chiunque a dire che non va a vederlo perchè c'è la Johansson: ipocrisia portami via! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, guardacaso tutti uomini commentano! :D Che dirti... se parli dell'universo maschile sono d'accordo al 100% (me compreso, ovviamente :D )

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...