venerdì 18 gennaio 2019

CHI E' JOANNA KULIG, LA MUSA POLACCA PRONTA A "STREGARE" HOLLYWOOD

Il suo nome magari vi dice (ancora) poco, ma se avete visto Cold War di Pawel Pawlikowski (miglior film europeo 2018) e siete spettatori di sesso maschile, certo non potete non esservi innamorati di questa biondissima attrice, così magnetica, fascinosa, misteriosa e "glaciale" come si conviene a una vera star che arriva dall' Est!

Joanna Kulig è nata 36 anni fa in Polonia, in un microscopico paesino rurale (proprio come nel film). E sempre come nel film, da piccola non sognava il cinema ma il palcoscenico: voleva fare la cantante, esibirsi nei locali (meglio se al ritmo di jazz), assecondare la sua innata passione per la musica...

giovedì 17 gennaio 2019

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (17 - 23 GENNAIO)


Considero M. Night Shyamalan uno dei registi più sopravvalutati degli ultimi vent'anni, che è all'incirca il periodo trascorso dall'ultimo film decente che ha fatto... ora ci riprova con Glass, ennesimo thriller paranormale che dovrebbe essere l'ultimo capitolo di una trilogia che comprende anche Unbreakable e Split. Solo per appassionati, mi sento di dire.

Ma del resto non ci sono titoli "forti" nel weekend cinefilo che va ad iniziare: Maria Regina di Scozia è un robusto drammone storico che, prendendosi ampie licenze, dà la possibilità a due brave attrici (Saoirse Ronan e Margot Robbie) di sfoggiare i loro bei costumi cinquecenteschi. Di tutt'altro genere invece L'agenzia dei bugiardi di Volfango De Biasi, commediola senza pretese che, ci scommetto, vanifica un buon soggetto con una comicità di grana piuttosto grossa. Per chi si sa accontentare...

martedì 15 gennaio 2019

COLD WAR





titolo originale: ZIMNA VOJNA (POLONIA, 2018)
regia: PAWEL PAWLIKOWSKI
sceneggiatura: PAWEL PAWLIKOWSKI, JANUSZ GLOWACKI, PIOTR BORKOWSKI
cast: JOANNA KULIG, TOMASZ KOT
durata: 88 minuti
giudizio: 

Nella Polonia del secondo dopoguerra un uomo e una donna, di diversa estrazione sociale (lui direttore d'orchestra, lei contadina, aspirante cantante) si amano appassionatamente. Insieme cercheranno di scappare dal regime comunista e cercare fortuna all'estero, ma l'esilio metterà a dura prova il loro amore...

lunedì 14 gennaio 2019

BOX OFFICE (10 - 13 GENNAIO 2019)

Anche la prima settimana "normale" del nuovo anno (cioè senza più feste e "ponti") premia il cinema italiano, grazie al primo posto di Non ci resta che il crimine che porta a casa due bei milioncini: niente male davvero per il film di Massimiliano Bruno, che riesce a mettersi alle spalle due colossi come Acquaman e Ralph Spacca Internet. Mentre invece non ci sono più parole per Bohemian Rhapsody, seconda media/schermo del weekend e 25 milioni di incasso complessivo. E ancora non accenna a fermarsi…

sabato 12 gennaio 2019

VICE, L'UOMO NELL'OMBRA





titolo originale: VICE (USA, 2018)
regia: ADAM McKAY
sceneggiatura: ADAM McKAY
cast: CHRISTIAN BALE, AMY ADAMS, STEVE CARELL, SAM ROCKWELL, ALISON PILL, LILY RABE
durata: 132 minuti
giudizio: 


La vita "straordinaria" di Dick Cheney, da operaio ubriacone nel desolato Wyoming a vicepresidente degli Stati Uniti, nonché uomo ombra di Bush jr. e abile tessitore di fili durante quarant'anni di storia americana. Un uomo capace di cambiare i destini del mondo senza che nessuno mai si accorgesse di lui…


giovedì 10 gennaio 2019

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (10 - 16 GENNAIO)


Due commedie italianissime provano a sfidare il botteghino, dopo un inizio anno favorevole per il cinema di casa nostra (anche se grazie quasi esclusivamente alla coppia Boldi-De Sica e La befana vien di notte di Soavi): sono Non ci resta che il crimine di Massmiliano Bruno e Attenti al gorilla di Luca Miniero (che punta tutto sulla verve comica di Frank Matano).

Da oltreoceano arrivano invece un solido noir, ovvero City of Lies (con un redivivo Johnny Depp) e l'ultimo film di Robert Zemeckis, uno che difficilmente sbaglia un colpo: il suo Benvenuti a Marwen, "strano" prodotto a metà tra animazione, fiction ed effetti visivi, potrebbe essere la sorpresa della settimana...

mercoledì 9 gennaio 2019

OLD MAN AND THE GUN



 
titolo originale: THE OLD MAN AND THE GUN (USA, 2018)
regia: DAVID LOWERY
sceneggiatura: DAVID LOWERY
cast: ROBERT REDFORD, SISSY SPACEK, CASEY AFFLECK, TOM WAITS , DANNY GLOVER
durata: 93 minuti
giudizio: 

La storia "quasi tutta vera" di Forrest Tucker, ladro gentiluomo ultrasettantenne che all'inizio degli anni '80, insieme ai suoi due complici (coetanei), rapinò decine di banche senza mai sparare un colpo, sfruttando le sue doti di uomo affascinante e affabulatore…

martedì 8 gennaio 2019

BOX OFFICE (3 - 6 GENNAIO 2019)

La prima settimana del nuovo anno consente al cinema italiano di risollevarsi dopo un inizio di stagione davvero tremendo: merito della coppia comica più amata dal nostro pubblico negli ultimi anni (decenni), ovvero Boldi e De Sica. Il loro Amici come prima raggiunge infatti gli otto milioni di euro, attestandosi finalmente nella top-ten assoluta, seguito a ruota da La Befana vien di notte di Soavi. Discreto, anche se forse un po' sotto le aspettative, il risultato di Moschettieri del Re, con 4,2 milioni.

Per quanto riguarda i primi posti, i Golden Globes sembrano dare nuova linfa (semmai ce ne fosse stato bisogno) a Bohemian Rhapsody, arrivato ormai a superare l'incredibile cifra di 23 milioni. Ottimi incassi anche per Ralph spacca internet e Acquaman, mentre dispiace vedere così in basso lo splendido Vice, di cui parleremo presto. Però vi do' un consiglio: prima che lo smontino, correte a vederlo!

lunedì 7 gennaio 2019

GOLDEN GLOBES 2019 : ALL' INSEGNA DEL POLITICALLY CORRECT... E DELLA MEDIOCRITA'

Rami Malek e i Queen: un trionfo per "Bohemian Rhapsody"

Lo avevamo già detto in sede di presentazione delle nominations: l'anno appena trascorso non sarà certo ricordato, qualitativamente parlando, come il più fulgido della storia di Hollywood… e di conseguenza anche l'elenco dei vincitori dei 76. Golden Globes, i premi della stampa estera assegnati ieri sera a Los Angeles,  non può non risentirne: pochissimi infatti i titoli degni di nota, indice di una stagione tutto sommato mediocre, il che non ha facilitato il compito dei giurati. Che, di conseguenza, si sono orientati verso scelte piuttosto "ecumeniche", cercando di non scontentare nessuno e distribuendo le statuette con precisione chirurgica.

sabato 5 gennaio 2019

IL CINEMA CHE VERRA' : DIECI TITOLI IMPERDIBILI DA QUI A PRIMAVERA

"Creed 2", con Michael B. Jordan e Sylvester Stallone

L'anno nuovo, anche al cinema, è sempre foriero di grandi speranze e passioni, esattamente come la vita. E allora eccoci qui, come è nostra abitudine, a sognare ad occhi aperti i titoli che vedremo, ognuno con il suo bel carico di aspettative...

giovedì 3 gennaio 2019

SUSPIRIA





titolo originale: SUSPIRIA (USA/ITALIA, 2018)
regia: LUCA GUADAGNINO
sceneggiatura: DAVID KAJGANICH
cast: DAKOTA JOHNSON, TILDA SWINTON, MIA GOTH, JESSICA HARPER, LUTZ EBERSDORF, CHLOE GRACE MORETZ
durata: 152 minuti
giudizio: 

Susie Bannon, giovane ballerina americana, arriva nella prestigiosa accademia di danza Markos Tanz a Berlino nel 1977, proprio nello stesso momento in cui scompare in circostanze misteriose un'altra ballerina, Patricia. Mentre fa straordinari progressi sotto la guida della rivoluzionaria direttrice Madame Blanc, Susie stringe amicizia con Sara, un'altra allieva della scuola che condivide con lei i sospetti sui segreti oscuri e minacciosi che incombono sulla compagnia.

martedì 1 gennaio 2019

BOX OFFICE (27 - 30 DICEMBRE 2018)

Mentre Bohemian Rhapsody abbatte trionfalmente il muro dei venti milioni di euro, confermandosi "caso" cinematografico dell'anno, dal weekend pre-San Silvestro arrivano buone notizie per il cinema italiano: La Befana vien di notte di Soavi ottiene la miglior media/schermo della settimana (confermando Paola Cortellesi come l'attrice più amata dagli italiani) mentre l'inossidabile coppia Boldi-DeSica è il primo film italiano ad entrare nella top-ten stagionale. Discreto ma non eccezionale invece il risultato di Moschettieri del Re di Veronesi, che incassa 1,6 milioni di euro sperando di migliorare nel ponte di Capodanno.