lunedì 30 dicembre 2019

BOX OFFICE (26 - 29 DICEMBRE 2019)

Ancora ottime notizie per il cinema italiano: nella settimana più importante dell'anno a livello commerciale, Pinocchio di Matteo Garrone e Il Primo Natale di Ficarra e Picone conquistano il podio a suon di milioni di euro, insieme a Jumanji: the next level.

Straordinario soprattutto il risultato del duo comico siciliano, che si piazza addirittura al quarto posto assoluto stagionale. E dalla mezzanotte di San Silvestro, statene certi, toccherà a Checco Zalone riscrivere le classifiche del box office...

Clamoroso invece, ma in negativo, il flop dell'ultimo Star Wars, che crolla di ben quattro posizioni dopo il primo weekend e rischia di fare addirittura peggio del criticatissimo Gli Ultimi Jedi, rimanendo comunque a distanza siderale da Il risveglio della forza che arrivò ad incassare oltre 25 milioni (mentre L'ascesa di Skywalker al momento è a quota 10). Piccola rivincita per il "reprobo" Rian Johnson, che con il suo Cena con delitto, dopo un mese di programmazione, ottiene una media/schermo superiore a quella del colosso di J.J. Abrams. La vendetta  un piatto che si consuma freddo...

sabato 28 dicembre 2019

THE IRISHMAN




titolo originale: THE IRISHMAN (USA, 2019)
regia: MARTIN SCORSESE
sceneggiatura: STEVEN ZAILLAN
cast: ROBERT DE NIRO, AL PACINO, JOE PESCI, HARVEY KEITEL, ANNA PAQUIN
durata: 209 minuti
giudizio: 



Frank Sheeran, mafioso e veterano di guerra, ormai vecchio e confinato in un ospizio, ricorda gli eventi che lo portarono a diventare un sicario al seguito della famiglia Bufalino, nonchè la sua profonda amicizia con il discusso sindacalista Jimmy Hoffa, poi compromessa a causa dei reciproci loschi affari...  

giovedì 26 dicembre 2019

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (24 - 31 DICEMBRE)


Settimana interlocutoria questa natalizia, con tutti i grandi titoli usciti già negli scorsi weekend e prima del "ciclone" Zalone atteso per il giorno di Capodanno. L'unico film di un certo interesse è senz'altro The Farewell, produzione americana girata in lingua cinese (e, caso insolito, candidato per gli Stati Uniti all'Oscar per il miglior film straniero) che unisce i buoni sentimenti agli sguardi tra culture diverse.

Ma questo post è soprattutto per i miei venticinque lettori che (ancora) mi seguono, e ai quali rivolgo i migliori auguri per le festività imminenti: Buon Feste a tutti, e soprattutto buon cinema!

martedì 24 dicembre 2019

PINOCCHIO


titolo originale: PINOCCHIO (ITALIA, 2019)
regia: MATTEO GARRONE
sceneggiatura: MATTEO GARRONE, MASSIMO CECCHERINI
cast: FEDERICO IELAPI, ROBERTO BENIGNI, MASSIMO CECCHERINI, ROCCO PAPALEO, GIGI PROIETTI, MARINE VACTH, DAVIDE MAROTTA
durata: 125 minuti
giudizio: 


Geppetto, falegname scapolo e povero in canna, costruisce un burattino di legno per rivenderlo e ricavarne qualche soldo per mangiare. Incredibilmente, però, appena finito di scolpirlo, il burattino si anima e prende vita. Geppetto, stupito ma felice, decide di tenerlo e di trattarlo come un figlio, dandogli il nome di Pinocchio. Ma la creatura si dimostrerà tutt'altro che ubbidiente e rispettosa verso il padre, dal quale fuggirà ben presto per raggiungere l'agognato Paese dei Balocchi. Geppetto, disperato, lo cercherà ovunque, fino in capo al mondo...


lunedì 23 dicembre 2019

BOX OFFICE (19 - 22 DICEMBRE 2019)

Parte bene ma non benissimo l'ultimo Star Wars: poco più di cinque milioni di euro al debutto, un risultato non proprio stratosferico per un film che, in teoria, sembrava essere molto atteso dal grande pubblico e che invece mostra segni di stanchezza (per me assolutamente giustificati... ma è solo la mia opinione) Ma è anche vero che la settimana-chiave sarà la prossima, quella con il ponte natalizio, dove si registreranno gli incassi più importanti dell'anno.

Mi piace invece sottolineare le ottime performance di ben quattro film italiani, come da tempo non accadeva: buono il debutto del Pinocchio di Garrone (e vedrete che a Natale andrà perfino meglio), ma anche Il Primo Natale di Ficarra e Picone e La Dea Fortuna di Ozpetek partono col piede giusto, per non parlare de L'Immortale di Marco D'Amore, vera sorpresa dell'anno. Quattro titoli italiani nei primi dieci, roba da leccarsi i baffi!

mercoledì 18 dicembre 2019

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (18 - 23 DICEMBRE)


Ebbene, faccio coming out: credo proprio che stavolta, per la prima volta in vita mia, non andrò a vedere un film di Star Wars. Ovviamente non è un gesto di "protesta" (sarei ridicolo) nè di snobismo, perchè non sono snob. Sono semplicemente stanco di un format ormai svuotato di senso e tenuto in vita solo per ragioni di marketing, che con il cinema non ha più niente a che vedere. Come sa bene chi mi conosce, è grazie a Star Wars (anzi, a Guerre Stellari) che sono cresciuto e mi sono appassionato al cinema,  per questo mi fa ancora più tristezza vedere una saga (e un sogno) epico come quello di George Lucas ormai totalmente asservito al merchandising. Forse sto invecchiando, ma quest'anno va così...

Per contro, rivolgo invece un appello ai critici italiani di professione, solitamente molto solerti quando c'è da stroncare un film made in Italy, specie se di successo: per favore, non partite prevenuti verso Matteo Garrone e il suo Pinocchio! E' vero che chiunque in passato abbia provato anche solo ad avvicinarsi al celebre libro di Collodi ne è rimasto scottato, ma il Pinocchio di Garrone promette assoluta fedeltà al testo e ai personaggi, nonchè una cura massima dei dettagli. Dategli una chance, a mente sgombra, e poi ne parliamo...

lunedì 16 dicembre 2019

BOX OFFICE (12 - 15 DICEMBRE 2019)

Ficarra e Picone sugli scudi nel penultimo weekend pre-natlizio: la scelta di "giocare d'anticipo" uscendo una settimana prima degi altri titoli forti si è dunque rivelata giusta. Continua però a sorprendere L'immortale di Marco D'Amore, arrivato alla soglia dei cinque miloni di euro, risultato impensabile alla vigilia... 

Disastroso invece il risultato di Che fine ha fatto Bernadette? di Richard Linklater: stroncato dalla critica (soprattutto americana), mal distribuito e subito scomparso dalle sale, nonostante la presenza della sempre brava Cate Blanchett.

sabato 14 dicembre 2019

CENA CON DELITTO (KNIVES OUT)




titolo originale: KNIVES OUT (USA, 2019)
regia: RIAN JOHNSON
sceneggiatura: RIAN JOHNSON
cast: DANIEL CRAIG, CHRIS EVANS, ANA DE ARMAS, JAMIE LEE CURTIS, MICHAEL SHANNON, DON JOHNSON, CHRISTOPHER PLUMMER
durata: 130 minuti
giudizio: 



Il facoltoso editore Harlan Thrombey viene trovato morto in camera sua la sera stessa della festa per i suoi 85 anni. Sembrerebbe un classico caso di suicidio, eppure il detective privato Benoit Blanc non sembra vederci chiaro... anche perchè, come presto salterà fuori, ognuno degli invitati alla festa aveva ottimi motivi per uccidere il "vecchio"

giovedì 12 dicembre 2019

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (12 - 17 DICEMBRE)


Settimana di transizione in attesa dell'arrivo dei grandi kolossal natalizi: Ficarra e Picone giocano d'anticipo raccontando a modo loro la nascita di Gesù, mentre dagli Stati Uniti arrivano due film indie sulla carta interessanti: Nancy di Christina Chloe e il nuovo di Richard Linklater, Che fine ha fatto Bernadette?, con la sempre bravissima Cate Blanchett.

mercoledì 11 dicembre 2019

LIGHT OF MY LIFE



titolo originale: LIGHT OF MY LIFE(USA, 2019)
regia: CASEY AFFLECK
sceneggiatura: CASEY AFFLECK
cast: CASEY AFFLECK, ANNA PNIOWSKI, ELISABETH MOSS
durata: 119 minuti
giudizio:



In un futuro apocalittico, dove quasi tutte le donne sono state sterminate da un virus letale, un padre cerca di mettere in salvo la figlia dodicenne travestendola da maschio e vagando per i boschi in cerca di un posto sicuro...

lunedì 9 dicembre 2019

GOLDEN GLOBES 2020: PER ORA VINCE NETFLIX...


Come ogni anno, con l'annuncio delle nomination per i Golden Globe Awards (la cui 77.edizione si terrà a Los Angeles il prossimo 5 gennaio) la stagione dei premi cinematografici entra nel vivo. Anche se, beh... mai come quest'anno la denominazione "cinematografici" ci pare traballante: scorrendo l'elenco delle candidature, infatti,  appare chiaro quanto la rivoluzione Netflix abbia ormai influenzato tutto il cinema mainstream. Basta guardare i numeri: ben quattro titoli su dieci candidati complessivi come miglior film portano il marchio della piattaforma streaming più famosa al mondo (The Irishman, Storia di un matrimonio, The Two Popes e Dolemite is my name) per 17 candidature complessive. Aldilà di come andranno le cose durante la serata di premiazione, sarà impossibile per il sistema non tenerne conto.

BOX OFFICE (5 - 8 DICEMBRE 2019)


Potenza delle serie tv (che io non guardo, per mille motivi): L'Immortale di Marco D'Amore è il film più visto della settimana per media schermi/incassi, una specie di spin-off di Gomorra (la serie) che evidentemente fa presa su un pubblico ormai sempre più appiattito su questi prodotti. Una tendenza irreversibile di cui d'ora in avanti dovremo per forza tenere conto parlando di box-office e strategie commerciali.

Piuttosto deludente invece il risultato di Cena con delitto di Rian Johnson: la speranza (di produttori ed esercenti) di ripetere l'exploit di Assassinio sull'Orient Express pare destinata a morire già dopo il primo weekend. I tempi e le mode cambiano in fretta.

domenica 8 dicembre 2019

EFA 2019: LANTHIMOS PIGLIATUTTO, ITALIA A MANI VUOTE



Trionfo de La Favorita di Yorgos Lanthimos alla 32. edizione degli European Film Awards, ovvero gli Oscar europei: nella cerimonia tenutasi ieri sera a Berlino il film anglo-greco si è portato a casa ben otto statuette, tra cui tutte le più importanti (miglior film, miglior commedia, miglior regista, miglior attrice, andato a Olivia Colman). Certo, fa un po' strano vedere vincere un film uscito al cinema ormai più di un anno fa e protagonista della scorsa Awards Season, ma le regole degli EFA sono diverse da quelle dell'Academy e degli altri premi... a farne le spese purtroppo è stato il cinema italiano, con Il Traditore di Marco Bellocchio che, forte di quattro candidature "pesanti", torna a casa a mani vuote.

venerdì 6 dicembre 2019

STORIA DI UN MATRIMONIO





titolo originale: MARRIAGE STORY (USA, 2019)
regia: NOAH BAUMBACH
sceneggiatura: NOAH BAUMBACH
cast: ADAM DRIVER, SCARLETT JOHANSSON, LAURA DERN, ALAN ALDA, RAY LIOTTA
durata: 136 minuti
giudizio: 



Una coppia con un figlio piccolo entra in crisi: seguiranno la separazione e le lunghe pratiche per il divorzio, che si rivelerà molto più difficile e sofferto del previsto.


giovedì 5 dicembre 2019

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (5 - 11 DICEMBRE)


Ben nove film in uscita al cinema nel weekend, ma ancora una volta il più bello lo distribuisce Netflix: Storia di un matrimonio è il racconto struggente e devastante di un amore finito, con Adam Driver e Scarlett Johansson meravigliosi interpreti. Inspiegabilmente snobbato a Venezia, lo ritroveremo di sicuro in corsa per gli Oscar. Non perdetelo!

lunedì 2 dicembre 2019

BOX OFFICE (28 NOVEMBRE - 1 DICEMBRE 2019)


Il nuovo capitolo di Frozen ovviamente sbanca il botteghino, ma a noi cinefili fa particolarmente piacere il secondo posto di Un giorno di pioggia a New York: è davvero speciale l'affetto che il pubblico italiano riserva a Woody Allen, tanto da "aspettarlo" trepidante anche dopo un anno di riposo forzato. Delude invece (e anche questa è una buona notizia) il nuovo film di Roland Emmerich, il retorico e fracassone Midway, snobbato anche dal pubblico dei multiplex...