martedì 7 luglio 2020

NOTTE HORROR 2020 : SETTIMA EDIZIONE


Per nulla (o quasi) scalfita nè dal Covid 19 nè dalla proverbiale crisi del settimo anno, ecco che ritorna l'appuntamento fisso dell'estate per tutti i blogger "resistenti" di cinema e (soprattutto) per i nostri lettori: la Notte Horror 2020 ci accompagnerà per questi due mesi con le solite, succulente recensioni che tutti voi adorate... o almeno lo speriamo!

Naturalmente, formula che vince non si cambia: ogni martedì, nelle consuete due "finestre" alle ore 21 e alle ore 23, due colleghi blogger recensiranno un film a testa scelto dalla produzione più o meno "trash" degli anni '70 - '80 - '90: lo scopo è quello di fare un tuffo nel passato (sulla falsariga delle celebri notti horror targate Italia Uno!) e condividere una passione, oltre che farvi (ri)scoprire tanti bei blog: quelli che ancora combattono strenuamente contro l'assedio dei social!


Ed ecco dunque il calendario completo della rassegna: SOLARIS andrà in scena il prossimo 18 agosto alle ore 21 con Specie Mortale, ma tutti i titoli sono da seguire a cominciare da quelli di stasera: buon divertimento e buoni brividi a tutti!!

lunedì 6 luglio 2020

BOX OFFICE (2 - 5 LUGLIO 2020)

Calma piatta al botteghino, come era ovvio che fosse data la stagione balneare, gli strascichi del Covid e quasi l' 80% dei cinema ancora chusi. L'unica new-entry della settimana, Matthias e Maxime di Xavier Dolan, non raggiunge i diecimila euro (il film però è uscito in contemporanea anche in streaming sulla piattaforma MioCinema), mentre più o meno con la stessa cifra Favolacce strappa a I Miserabili le vetta del box office settimanale. Ma giusto ad onor di cronaca...

giovedì 2 luglio 2020

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (2 - 8 LUGLIO)


Caldo, Covid e indifferenza: i cinema hanno riaperto ma nessuno sembra essersene accorto, in primis i distributori che non distribuiscono: appena tre pellicole in uscita nel weekend, fondi di magazzino decisamente non memorabili (a parte, forse, La volta buona di Vincenzo Marra, con Massimo Ghini). Un po' poco per auspicare la tanto sospirata "ripartenza": ci si lamenta tanto delle sale vuote, ma se al pubblico non gli si offre nulla è inutile lamentarsi... o no?

lunedì 29 giugno 2020

BOX OFFICE (25 - 28 GIUGNO 2020)


Poco cambia davvero nel box office del weekend rispetto a una settimana fa: in assenza di qualche titolo nuovo perlomeno decente, incassi risibili e indifferenza generale del pubblico verso la tanto strombazzata "riapertura" delle sale... vediamo se il mese di luglio porterà buone nuove ma, al solito, non sono affatto ottimista.

sabato 27 giugno 2020

CAMBIO TUTTO



titolo originale: CAMBIO TUTTO (ITALIA, 2020)
regia: GUIDO CHIESA
sceneggiatura: GUIDO CHIESA, GIOVANNI BOGNETTI, NICOLETTA MICHELI
cast: VALENTINA LODOVINI, NERI MARCORE', DINO ABBRESCIA, LIBERO DE RIENZO, ANDREA PISANI
durata: 93 minuti
giudizio: 



Giulia, quarentenne stressata e scontenta, stanca dei parassiti che le gravitano intorno (un compagno scroccone, un capo donnaiolo e maschilista, un ex-fidanzato senza spina dorsale, un'amica assente e un figliastro spacciatore) decide di affidarsi a un consulente olistico per scacciare le sue frustrazioni. Seguendo i suoi consigli riuscirà, finalmente, a togliersi molti sassolini dalle scarpe...

giovedì 25 giugno 2020

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (25 GIUGNO - 1 LUGLIO)


Le uscite cinematografiche continuano timidamente a far capolino in sala, in queste difficili settimane di rodaggio. E stavolta qualcosa di interessante parrebbe perfino esserci: il nuovo film dell'ormai ex enfant-prodige Xavier Dolan, il cupo Bombshell (che racconta la nascita del movimento #metoo) e la commedia italiana Un figlio di nome Erasmus. Riusciranno a ridare un po' di ossigeno al botteghino?

lunedì 22 giugno 2020

BOX OFFICE (18 - 21 GIUGNO 2020)



A parole, tutti dicono di voler bene al cinema in sala. Tutti non vedevano l'ora di tornare ad assaporare "la magia del grande schermo". E in parecchi pontificavano che dopo l'overdose di streaming casalingo dovuto al lungo lockdown, la gente si sarebbe riversata nelle sale per effetto-riflusso... poi, beh, vedi i primi dati dopo la riapertura e ti cadono le braccia: incassi ridicoli e prospettive sconfortanti. Non tanto in termini assoluti, che hanno poco significato (ha riaperto in media il 15% degli esercenti) quanto per la media/incassi: il film più visto della settimana risulta essere Favolacce, con una media per schermo di 619 euro. Significa, conti alla mano, circa 80 spettatori in un weekend, suddivisi per 2-3 spettacoli giornalieri. Tradotto: meno di dieci persone a proiezione...

Sarà bene che chi dice di amare davvero il cinema, lo dimostri. A parole sono (siamo) tutti bravi.

sabato 20 giugno 2020

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (18 - 24 GIUGNO)


La vera notizia della settimana è proprio... la ricomparsa di questa rubrica! Finalmente, possiamo dire! Tre mesi dopo il lockdown i cinema riaprono, o quantomeno provano a riaprire: in molti non ce la fanno ancora, molti altri prendono tempo per adeguarsi ai rigidi protocolli governativi, altri rialzeranno (forse) le saracinesche solo a settembre, sperando nel miglioramento della situazione sanitaria.

Quello che conta però è che in tutto il paese, seppur a macchia d'olio, qualche proiettore comincia a riaccendersi e a far sognare il pubblico. La qualità della programmazione in questo momento è secondaria: il paziente (cinema) è appena uscito dalla terapia intensiva, ora serve prima di tutto iniziare la riabilitazione.

domenica 14 giugno 2020

EMA


titolo originale: EMA (CILE, 2019)
regia: PABLO LARRAIN
sceneggiatura: GUILLERMO CALDERON, ALEJANDRO MORENO
cast: MARIANA DI GIROLAMO, GAEL GARCIA BERNAL, CRISTIAN SUAREZ
durata: 102 minuti
giudizio: 



Ema, giovane ballerina, e Gaston, suo compagno nonchè coreografo e insegnante, sono una coppia in crisi in seguito a un'adozione fallita, quella del piccolo Polo, ragazzino problematico che i due non sono stati in grado di gestire. Ma mentre Gastòn pare rassegnarsi alla sconfitta, Ema è invece decisa a riprendersi tutto, seppur a modo suo...

martedì 9 giugno 2020

LIEBSTER AWARD 2020



Piovono premi per SOLARIS!
Torna infatti, dopo qualche anno di pausa, il simpatico e ambito Liebster Award, ovvero il riconoscimento assegnato dai "colleghi" blogger ad altri blogger che condividono la passione e la dedizione per lo stesso argomento (in questo caso il cinema) allo scopo di farsi conoscere e far scoprire qualcosa in più su loro stessi dentro la blogsfera. Un'iniziativa "leggera" ma importante, specialmente in un momento storico non facile per i blog, ormai sempre più fagocitati dai social e, almeno per quanto riguarda il cinema, in un contesto generale abbastanza complicato.

E dunque non posso far altro che ringraziare davvero di cuore sia la gentilissima Alessandra di In The Mood for Cinema (https://inthemoodforcine.altervista.org), che la cara Arwen de La Fabbrica dei Sogni (https://lafabricadeisogni.blogspot.com), amica ormai di vecchia data e di tante iniziative: le loro nomintions mi fanno davvero tanto piacere!

sabato 6 giugno 2020

GEORGETOWN


titolo originale: GEORGETOWN (USA, 2019)
regia: CHRISTOPH WALTZ
sceneggiatura: DAVID AUBURN
cast: CHRISTOPH WALTZ, VANESSA REDGRAVE, ANNETTE BENING
durata: 95 minuti
giudizio: 



L'ambiguo Urlich Mott, sedicente diplomatico ed ex ufficiale dell'esercito (?), riesce a circuire e sposare la ricca vedova Elsa Brecht, di quasi trent'anni più vecchia di lui, malgrado l'ostilità della figlia della donna. Quando, qualche tempo dopo, l'anziana signora viene trovata morta in casa sua in circostanze poco chiare, tutti i sospetti ricadono ovviamente sul marito...

domenica 31 maggio 2020

CLINT 90



"Clint è un uomo incredibilmente libero, ed è un tale maestro che ormai può affrontare temi anche enormi come la vita dopo la morte, la guerra, la povertà, la solitudine, mantenendo sempre la sua semplicità e la sua capacità di saper parlare col pubblico..."
(Cecile de France, 2010. Sul set di "Hereafter")



Non è dato sapere se Sergio Leone abbia mai davvero pronunciato quella frase che gli è rimasta appiccicata addosso per tutta la vita ("Eastwood era capace solo di due espressioni, col sigaro e senza sigaro...") ma poco importa: per dirla alla John Ford, quando la realtà incontra la leggenda, vince sempre la leggenda. E Clint Eastwood, che oggi spegne le sue prime 90 candeline, una leggenda lo è sempre stato: 60 film in carriera da attore, 41 da regista, quattro volte Oscar, quattro Golden Globe, una valanga di premi "minori", oltre che produttore, compositore e interprete di quasi tutte le sue pellicole. Ma soprattutto il simbolo di un cinema sincero, asciutto, mai retorico, malinconico, ostinatamente classico, graniticamente coerente con il suo pensiero amaro e disilluso, emblema di un'America ormai stanca e rassegnata, che da tempo ha rinunciato ad essere il motore del mondo...

lunedì 25 maggio 2020

I MISERABILI



titolo originale: LES MISERABLES (FRANCIA, 2019)
regia: LADJ LY
sceneggiatura: ALEXIS MANENTI, GIORDANO GEDERLINI, LADJ LY
cast: DANIEL BONNARD, ALEXIS MANENTI, DIJBRIL ZONGA, STEVE TIENTCHEU, ALMAMY KANOUTE, ISSA PERICA
durata: 103 minuti
giudizio:



Stephàne, agente di polizia proveniente da Parigi, viene trasferito alla Brigata Anti Criminalità (BAC) per dare manforte ai compagni di pattuglia Chris e Gwada, che con metodi non proprio cristallini cercano di mantenere l'ordine nella banlieue di Montfermeil, una delle più "calde" della capitale francese. Ma quando, durante un tafferuglio, Gwada perde la testa ferendo un ragazzino, la situazione rischia di precipitare...

mercoledì 20 maggio 2020

FAVOLACCE


titolo originale: FAVOLACCE (ITALIA/SVIZZERA, 2020)
regia: DAMIANO E FABIO D'INNOCENZO
sceneggiatura: DAMIANO E FABIO D'INNOCENZO
cast: ELIO GERMANO, BARBARA CHICHIARELLI, MAX MALATESTA, GIULIA MELILLO,GABRIEL MONTESI, JUSTIN KOROVKIN, TOMMASO DI COLA, GIULIETTA REBEGGIANI, MAX TORTORA (VOCE)
durata: 99 minuti
giudizio: 



Storie di ordinaria (dis)umanità della periferia romana, dove famiglie apparentemente irreprensibili covano dentro un malessere esistenziale che, manco a dirlo, si ripercuote  tutto sui figli.

mercoledì 13 maggio 2020

LA VITA NASCOSTA - HIDDEN LIFE



titolo originale: A HIDDEN LIFE (USA/GERMANIA, 2019)
regia: TERRENCE MALICK
sceneggiatura: TERRENCE MALICK
cast: AUGUST DIEHL, VALERIE PACHNER, MATTHIAS SCHOENAERTS, BRUNO GANZ, JURGEN PROCHNOW, MICHAEL NYQVIST
durata: 174 minuti
giudizio:



Allo scoppiare della Seconda Guerra Mondiale, il contadino austriaco Franz Jagerstatter è costretto ad arruolarsi nell'esercito del Terzo Reich, che un anno prima aveva occupato e annesso l'Austria alla Germania. L'uomo però si rifiuta di prestare giuramento a Hitler, consapevole di rischiare la condanna a morte per diserzione e tradimento.

venerdì 8 maggio 2020

LA BELLE EPOQUE



titolo originale: LA BELLE EPOQUE (FRANCIA, 2019)
regia: NICOLAS BEDOS
sceneggiatura: NICOLAS BEDOS
cast: DANIEL AUTEUIL, FANNY ARDANT, GUILLAUME CANET, DORIA TILLIER, PIERRE ARDITI
durata: 112 minuti
giudizio:



Victor, vignettista fallito in crisi con la moglie, decide di spendere tutti i suoi (pochi) soldi per affidarsi a una speciale agenzia che mette in scena ricostruzioni storiche personalizzate: il suo desiderio è di rivivere un giorno preciso della sua vita, esattamente il 16 maggio 1974, il giorno in cui incontrò Marianne, la sua futura moglie, in un bistrot di Lione.

sabato 2 maggio 2020

MISBEHAVIOUR



titolo originale: MISBEHAVIOUR (GB, 2020)
regia: PHILIPPA LOWTHORPE
sceneggiatura: GABY CHIAPPE, REBECCA FRAYN
cast: KEIRA KNIGHTLEY, GUGU MBATHA-RAW, JESSIE BUCKLEY, KEELY HAWES, PHYLLIS LOGAN, LOREECE HARRISON, RHYS IFANS, GREG KINNEAR
durata: 106 minuti
giudizio: 



Londra, 1970. Un gruppo di femministe studia un piano per boicottare la cerimonia di premiazione di Miss Mondo, condotta tra gli altri dal celebre attore americano Bob Hope, e che vede partecipare per la prima volta ragazze di colore provenienti da Grenada e dal Sudafrica, ancora in pieno apartheid.

venerdì 24 aprile 2020

L'UOMO INVISIBILE



titolo originale: THE INVISIBLE MAN (USA/AUSTRALIA, 2020)
regia: LEIGH WHANNELL
sceneggiatura: LEIGH WHANNELL
cast: ELIZABETH MOSS, ALDIS HODGE, OLIVER JACKSON-COHEN, STORM REID
durata: 124 minuti
giudizio: 



Una giovane donna fugge in strada nottetempo per liberarsi dall'oppressione del compagno violento e possessivo, nonchè facoltoso uomo d'affari. Dopo aver trovato rifugio presso un amico d'infanzia, la ragazza apprende in seguito la notizia della morte del suo persecutore. Quando però sembra riuscire lentamente a riappropriarsi della propria vita, una misteriosa presenza invisibile comincia a perseguitarla e minacciarla, inducendola alla pazzia...

sabato 18 aprile 2020

BOMBSHELL


titolo originale: BOMBSHELL (USA, 2019)
regia: JAY ROACH
sceneggiatura: CHARLES RANDOLPH
cast: CHARLIZE THERON, NICOLE KIDMAN, MARGOT ROBBIE, JOHN LITHGOW, ALLISON JANNEY, MALCOM MCDOWELL
durata: 110 minuti
giudizio: 



La storia, romanzata, dello scandalo sessuale che nel 2016 sconvolse la popolare emittente televisiva americana Fox News, causando le dimissioni del suo fondatore, Roger Ailes, accusato di molestie da più di venti giornaliste che lavoravano per lui. La vicenda, insieme a quella del quasi contemporaneo "caso Weinstein", favorì la nascita del movimento femminista #metoo. 

giovedì 16 aprile 2020

VENEZIA E CANNES UNITE CONTRO LA CRISI? IPOTESI FANTASIOSA, MA...



Nemmeno a farlo apposta, lo dicevo giusto ieri mattina  sulla mia pagina facebook: il Coronavirus ha stravolto anche la stagione dei grandi Festival, e non poteva essere diversamente. Il Festival di Cannes ha praticamente gettato la spugna, la Mostra di Venezia sta alla finestra e aspetta gli eventi. Allo stato attuale però è inutile fare previsioni, tutti vivono alla giornata incrociando le dita. Con una certezza, però: finchè non si troverà una cura o un vaccino è inimmaginabile ipotizzare che tutto si possa svolgere normalmente, con le sfilate sul red carpet e la folla in coda per le proiezioni... tutto dovrà essere ripensato.

Ieri però, nella mia inedia da quarantena forzata, mi era venuto in mente un pensiero tanto utopistico quanto "alto e nobile": non sarebbe bellissimo se, proprio a causa di queste immani difficoltà, i due festival più importanti al mondo unissero le forze per organizzare una rassegna congiunta, da tenersi insieme, in date sicure, in un'ottica di collaborazione? Pensate che bello: sarebbe, anche mediaticamente, un gran gesto di solidarietà, sinergia, fiducia. Proprio quello che vorrebbe: un'iniezione di fiducia per ripartire. L'arte (cinematografica, in questo caso) che abbandona campanilismi e frontiere per un'unica, irripetibile volta!

Parevano deliri, appunto. E invece... oibò! Proprio stamattina leggo  su un sito specializzato, l'americano "The Playlist", che Thierry Fremaux, curatore del Festival di Cannes, sembrerebbe (il condizionale è d'obbligo) aver lasciato una porta aperta a questa "pazza idea". Nell'intervista si legge testualmente "Il nostro festival vuole essere presente almeno in autunno. Il cinema e la sua integrità sono minacciate, dovremmo ricostruirlo, riaffermare la sua importanza con energia, unità e solidarietà. Come ogni anno parlo molto con Alberto Barbera, che ovviamente è anche lui preoccupato. Dall'inizio della crisi abbiamo pensato alla possibilità di fare qualcosa insieme se Cannes fosse stata cancellata, stiamo continuando a parlarne.."

Magari saranno solo parole, ma magari no... certo sarebbe una gran bella cosa, un evento da ricordare ai posteri, che ci consentirebbe di guardare con fiducia al futuro.
Sognare, davvero, non costa nulla!

martedì 14 aprile 2020

ADDIO, CARA VECCHIA SALA. IL VIRUS LA SEPPELLIRA'




"Il cinema non morirà, ormai è nato e non può morire. Morirà forse la sala cinematografica, ma di questo non m'importa niente."  (Mario Monicelli, 1991)


Io, per carattere, non riesco ad essere così cinico, ma riconosco che come al solito il grande Monicelli aveva previsto tutto, già più di trent'anni fa. Il problema per noi cinefili sarà farsene una ragione, accettare l'inevitabile: la sala cinematografica morirà sotto i colpi del Coronavirus, che abbrevierà l'agonia di un settore già da tempo con "patologie pregresse".

venerdì 10 aprile 2020

RICORDI DI CINEMA (E DI PERSONE) VENEZIA, PASSIONE E ROMANTICISMO...


Saranno i giovani a salvare il cinema, se questo si salverà del coronavirus. Ne sono assolutamente convinto. Saranno la passione e l'amore per l'arte a tenere in vita quella "fabbrica di sogni" che ci accompagna da più di un secolo. Il cinema ti dà emozioni forti, e chi meglio dei giovani è disposto a lasciarsi emozionare? I giovani hanno entusiasmo, vitalità, ardore, e soprattutto sanno (ancora) sognare. Mi ricordo ancora di quella volta a Venezia...

sabato 4 aprile 2020

IL TEMPO DEI LUPI



titolo originale: LE TEMPS DU LOUP (FRA/AUT/GER, 2003)
regia: MICHAEL HANEKE
sceneggiatura: MICHAEL HANEKE
cast: ISABELLE HUPPERT, BEATRICE DALLE, PATRICE CHEREAU, RONA HARTNER, LUCAS BISCOMBE
durata: 110 minuti



In seguito a una non ben identificata catastrofe mondiale, una famiglia borghese scappa dalla città per rifugiarsi in mezzo ai boschi, ma dovrà fare i conti con una comunità inospitale e violenta, impoverita, prigioniera delle proprie paure e dei propri egoismi.

mercoledì 1 aprile 2020

RICORDI DI CINEMA (E DI SALE STORICHE, E DI FILM IMPORTANTI...) LA MIA PRIMA VOLTA A VENEZIA


E' proprio vero che la prima volta non si scorda mai! E in effetti devo dire che il mio "battesimo" alla Mostra del Cinema di Venezia fu davvero indimenticabile... ma non nel senso che credete voi! Se avrete la pazienza di leggere queste righe capirete perchè. Andiamo con ordine, però: correva l'anno 2002, e come regalo per i miei primi vent'anni (eh sì, un tempo sono stato giovane anch'io) mi ero concesso una "toccata e fuga" al Lido, giusto per capire cosa volesse dire essere lì, a un festival importante, circondato da star e da semplici appassionati come me, tutti insieme per condividere un'emozione...

sabato 28 marzo 2020

RICORDI DI CINEMA (E DI SALE STORICHE, E DI FILM IMPORTANTI...) BRESCIA, CINEMA MORETTO


Dite un po', fino a che punto avete osato spingervi in vita vostra pur di vedere un film non proprio sotto casa? Fino a che punto arriva la vostra passione per la sala cinematografica, tanto da farvi muovere anche in situazioni "impervie" come questa che vado a raccontare?

martedì 24 marzo 2020

RICORDI DI CINEMA (E DI SALE STORICHE, E DI FILM IMPORTANTI...) SIENA, CINEMA ALESSANDRO VII


A Siena esiste un cinema che è stato ricavato dentro la navata di una Chiesa. Fino a pochi anni fa, prima di un recente restyling, si poteva ancora vedere l'altare posto proprio sotto il piccolo schermo. La sala adesso si chiama Alessandro VII, ma per me resterà sempre "il Cineforum", ovvero il vecchio nome storico di questa saletta piccina piccina, confortevole, non proprio iper-tecnologica (ricordo che una volta insieme al pubblico entrò dentro anche un piccione...) ma squisitamente familiare: mi è capitato diverse volte di arrivare alla proiezione un po' in anticipo ed entrare in sala insieme al gestore che ti apre la porticina con le chiavi di casa, accende le luci, ti fa il biglietto e ti offre perfino le caramelle: altri tempi, altro cinema.

sabato 21 marzo 2020

RICORDI DI CINEMA (E DI SALE STORICHE, E DI FILM IMPORTANTI...) MELZO (MI), CINEMA ARCADIA


Si dice che delle cose importanti ci accorgiamo solo quando ci mancano... ecco, il cinema ai tempi del Coronavirus sembra dirci proprio questo: quanto manca ai veri cinefili la sala cinematografica? A me, personalmente, tantissimo. E' vero: abbiamo Netflix e le altre piattaforme streaming, abbiamo la pay-tv, abbiamo centinaia di film nel nostro hard-disk, abbiamo quintali di dvd e blue-ray in casa, eppure il piacere di andare al cinema, la visione collettiva, il piacere di godersi due ore in santa pace disconnessi dal mondo, per quanto mi riguarda è insostituibile. Per questo motivo, in queste settimane di clausura forzata, cercherò ogni tanto di sfogare la nostalgia abbandonandomi ai dolci ricordi di sale vecchie e nuove che, per un motivo o per un altro, mi sono rimaste nel cuore. E per cominciare in bellezza, comincio perlappunto con la più bella sala che abbia mai visto nei miei (ormai troppi) anni di assidua frequentazione...

domenica 8 marzo 2020

STOP.


Lo dico chiaro: è meglio così.

Il cinema è e deve restare un divertimento, un piacere, uno svago, un bellissimo hobby. E andare in sala in queste condizioni, quasi come recarsi in guerra, con il timore costante del contagio e il dubbio continuo se sia giusto o sbagliato, per me è la mortificazione del cinema stesso. Giusto dunque chiudere tutto se la fruizione dell'arte dev'essere questa.

C'è poi un altro discorso, del tutto personale e molto polemico: credo sia evidente che ormai la situazione è sfuggita di mano a tutti, ad ogni livello di responsabilità. È stata un'emergenza gestita "all'italiana", ovvero nel modo peggiore possibile: ormai il virus è ovunque, non credo ci sia più alcun modo di fermarlo. Probabilmente era nel nostro paese già da prima di Natale, ma ognuno per interesse di parte ha fatto finta di niente per poi ritrovarsi nelle condizioni in cui siamo ora... bisogna solo sperare e pregare, per chi ci crede. Oltre che affidarsi al buonsenso della gente, cosa che appare utopistica a vedere quello che è successo stanotte.

Questo blog e la sua pagina Facebook rimangono in standby fino a data da destinarsi. Il cinema in questo momento mi pare proprio l'ultimo dei problemi.

sabato 7 marzo 2020

LONTANO LONTANO


titolo originale: LONTANO LONTANO (ITALIA, 2020)
regia: GIANNI DI GREGORIO
sceneggiatura: GIANNI DI GREGORIO, MARCO PETTENELLO
cast: GIANNI DI GREGORIO, GIORGIO COLANGELI, ENNIO FANTASTICHINI, ROBERTO HERLITZKA, DAPHNE SCOCCIA, GALATEA RANZI
durata: 90 minuti
giudizio: 



Tre settantenni romani, scapoli e al verde, sognano di cambiare vita e fuggire alle Azzorre, dove il clima è sempre mite e il costo della vita decisamente meno caro. Ma dopo l'entusiasmo iniziale scopriranno che le difficoltà non sono poche, specialmente per chi, come loro, per tutta la vita non si è mai spostato oltre il proprio quartiere...

mercoledì 4 marzo 2020

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (4 - 11 MARZO)


Onore a Rai Cinema e 01 Distribution che, coraggiosamente e meritoriamente, hanno deciso di sfidare il Corona Virus e far uscire in sala Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti, nonostante buona parte dei cinema (in special modo al nord) siano ancora chiusi per volere del governo. Un bell'atto di coraggio che serve a soprattutto a dare fiducia al pubblico e agli esercenti, per ripartire nonostante questo periodo di emergenza. Cercatelo e vedetelo, anche solo per dare un messaggio di positività!


lunedì 2 marzo 2020

BOX OFFICE (27 FEBBRAIO - 1 MARZO 2020)


Gli anni più belli si conferma stabilmente al vertice del botteghino, ma è una vittoria di Pirro: a causa del Corona Virus i cinema di mezza Italia sono ancora chiusi e gli incassi crollano (- 63% rispetto a un anno fa!). Ed è un vero peccato perche il film di Muccino è certamente il titolo più penalizzato da questa assurda situazione, essendo uscito proprio a ridosso dei giorni del "contagio"... inutile commentare, c'è solo da augurarsi un ritorno prima possibile alla normalità. Per il bene di tutti.

sabato 29 febbraio 2020

GLI ANNI PIU' BELLI


titolo originale: GLI ANNI PIU' BELLI (ITALIA, 2020)
regia: GABRIELE MUCCINO
sceneggiatura: GABRIELE MUCCINO, PAOLO COSTELLA
cast: PIERFRANCESCO FAVINO, KIM ROSSI STUART, CLAUDIO SANTAMARIA, MICAELA RAMAZZOTTI, EMMA MARRONE, NICOLETTA ROMANOFF, FRANCESCO ACQUAROLI
durata: 134 minuti
giudizio: 



Giulio, Paolo, Riccardo e Gemma sono amici fraterni fin dall'adolescenza, ma la vita li porterà a prendere strade e destini diversi, nell'arco di quasi quarant'anni di narrazione in cui le loro vicende personali si intrecceranno con la storia del nostro paese...

giovedì 27 febbraio 2020

CINEMA: CHIUSO PER VIRUS


Oggi, come tutti i giovedì, avrei dovuto pubblicare la solita rubrica sui film in uscita nel weekend.
E invece niente, il post non ci sarà. Per un motivo molto semplice: in mezza Italia, soprattutto al Nord, i cinema sono chiusi per decreto legge, così come i teatri, gli stadi, i musei e altre luoghi di aggregazione, il tutto ovviamente in ossequio alle norme sanitarie per combattere la diffusione del Corona Virus. Slittano così a data da destinarsi le uscite di Si vive una volta sola di Carlo Verdone, Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti (con Elio Germano nella parte di Antonio Ligabue), del nuovo anime giapponese su Lupin III, di altri titoli più di nicchia come Dopo il matrimonio, Lontano lontano e l'horror The Grudge. E anche per le settimane a venire si preannuncia uno stravolgimento della programmazione, con tanti film importanti che usciranno in sala chissà quando e chissà dove, in base alla situazione più o meno emergenziale del paese...

martedì 25 febbraio 2020

I DUE PAPI



titolo originale: THE TWO POPES (USA, 2019)
regia: FERNANDO MEIRELLES
sceneggiatura: ANTHONY McCARTEN
cast: JONATHAN PRYCE, ANTHONY HOPKINS
durata: 125 minuti
giudizio: 



Il cardinale argentino Jorge Bergoglio si reca in udienza a Roma da Papa Benedetto XVI  per rassegnare le proprie dimissioni. Motivo: le differenze apparentemente inconciliabili sull'interpretazione della dottrina cattolica. L'incontro si rivelerà però molto utile per i due prelati, che durante il soggiorno impareranno a rispettarsi e a conoscersi meglio.

lunedì 24 febbraio 2020

BOX OFFICE (20 - 23 FEBBRAIO 2020)

Il Corona Virus colpisce inesorabile anche il cinema: incassi dimezzati e sale vuote, molte delle quali chiuse d'ufficio dai decreti governativi. Premesso che, ovviamente, la salute viene prima di tutto e mai ci passerebbe per la testa di contestare le misure restrittive imposte per arginare il contagio, è un dato di fatto che tra le attività economiche più colpite da questa emergenza ci sono anche i gestori delle sale cinematografiche, proprio in momento in cui gli incassi stavano timidamente risalendo...

Ad ogni modo, se Muccino si conferma comunque leader della settimana, per contrappasso bisogna registrare il risultato disastroso de La mia banda suona il pop di Fausto Brizzi, mentre se la cavano un po' meglio Il richiamo della foresta e l'impegnato Cattive acque. La situazione tuttavia non sembra migliorare, tanto che molti film in uscita nelle prossime settimane sono stati rinviati a data da destinarsi. Almeno finchè non si riuscirà a contenere l'epidemia...

sabato 22 febbraio 2020

CATTIVE ACQUE


titolo originale: DARK WATERS (USA, 2019)
regia: TODD HAYNES
sceneggiatura: MARIO CORREA, MATTHEW M. CARNAHAN
cast: MARK RUFFALO, ANNE HATHAWAY, TIM ROBBINS, BILL CAMP
durata: 127 minuti
giudizio: 


La vera storia di Robert Bilott, avvocato ambientalista tenace e determinato capace di condurre una dura battaglia legale durata 19 anni contro il colosso della chimica DuPont, reo di aver sversato nelle acque della Virginia Occidentale sostanze tossiche necessarie a produrre il Teflon (il materiale con cui vengono rivestite le padelle da cucina), causando gravi malattie agli abitanti del posto.


giovedì 20 febbraio 2020

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (20 - 25 FEBBRAIO)


Dopo gli ultimi insuccessi, e soprattutto dopo la bufera mediatica e giudiziaria che lo ha travolto (poi risoltasi fortunatamente in una bolla di sapone) Fausto Brizzi si gioca molto con La mia banda suona il pop, commedia-action che rifà il verso ai vari Ocean's e schiera un ottimo cast italiano. Dovrà vedersela contro un grande classico come Il richiamo della foresta, con protagonista il sempreverde Harrison Ford, e contro il musical Cats, deludente in patria ma atteso con curosità nelle nostre sale.

Per chi invece ama l'impegno civile e i legal movie, il rigoroso Cattive acque (con Mark Ruffalo e Anne Hathaway) potrebbe fare al caso suo mentre, per contraltare, il nuovo capitolo dei Bad Boys pare fatto apposta per disconnettere il cervello. Questa settimana ce n'è davvero per tutti i gusti!

martedì 18 febbraio 2020

PICCOLE DONNE



titolo originale: LITTLE WOMEN (USA, 2019)
regia: GRETA GERWIG
sceneggiatura: GRETA GERWIG
cast: SAOIRSE RONAN, FLORENCE PUGH, EMMA WATSON, ELIZA SCANLEN, LAURA DERN, LOUIS GARREL, TIMOTHEE CHALAMET, MERYL STREEP
durata: 134 minuti
giudizio: 



Tratto dall'omonimo romanzo di Louisa May Alcott, il film racconta la storia delle sorelle March, quattro giovani donne unite e deterninate nel perseguire i loro sogni nonostante la difficoltà di essere donne nell'America di fine '800, sullo sfondo della Guerra di Secessione.

lunedì 17 febbraio 2020

BOX OFFICE (13 - 16 FEBBRAIO 2020)

Per quelli che dicono che gli Oscar non servono a niente: Parasite torna in sala dopo le quattro statuette vinte e conquista la seconda miglior media/schermo della settimana, dietro soltanto, per un'incollatura, a Gli anni più belli di Muccino, scontato campione d'incassi. Il film coreano è ormai il caso cinematografico dell'anno, avviandosi a diventare un cult-movie assoluto e superando i quattro milioni di euro al botteghino, cifra assolutamente impensabile alla vigilia... certo, gli appassionati già conoscevano bene il talentuoso regista Bong Joon-ho, ma è certo che la consacrazione dell'Academy ha contribuito non poco al clamoroso successo (anche) commerciale del film.

giovedì 13 febbraio 2020

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (13 - 19 FEBBRAIO)


Puntuale come un orologio, nel weekend dedicato alla Festa degli Innamorati arriva il nuovo film di Gabriele Muccino, Gli anni più belli, epopea romanzata di un gruppo di amici attraverso quarant'anni di storia italiana. Muccino porta sul grande schermo la sua "meglio gioventù", in quello che dovrebbe essere, stando alle dichiarazioni, il suo film più maturo, nostalgico e riflessivo. Sarà il titolo di punta della settimana, nella speranza che possa proseguire una stagione fin qui ottima per il cinema italiano.

mercoledì 12 febbraio 2020

BOX OFFICE (6 - 9 FEBBRAIO 2020)

Come prevedibile (e molto triste) incassi dimezzati nella settimana del Festival di Sanremo, con Aldo, Giovanni e Gaicomo che mantengono saldamente la testa della classifica davanti a Birds of Prey, che conferma anche da noi lo scarso gradimento ricevuto un po' in tutto il mondo.

Da segnalare il dato molto positivo di Parasite che rientra nella top ten, ancor prima di conoscere i risultati degli Oscar. E ora vedremo la prossima settimana quanto valgono al botteghino le quattro statuette vinte...

lunedì 10 febbraio 2020

L' OSCAR GUARDA A ORIENTE


Clamoroso a Hollywood: l'Oscar 2020 finisce in Corea! La vittoria di Parasite sancisce una svolta storica per l'Academy: per la prima volta dopo 92 anni un film in lingua straniera conquista il premio per il miglior film (oltre a quelli per la regia, la sceneggiatura e il film internazionale). Un trionfo senza precedenti e meritatissimo per la pellicola di Bong Joon-ho che, senza per forza voler gridare al capolavoro, è il giusto riconoscimento ad una cinematografia che in questo momento è di gran lunga la più vitale al mondo... e che adesso, forse, comincerà ad essere conosciuta e apprezzata anche da noi. Bello anche il premio a Joaquim Phoenix, che si commuove e ringrazia il fratello defunto, così come quelli a Brad Pitt e Laura Dern (con l'unica stortura dell'Oscar a una rifattissima e sgraziata Renèe Zellweger). In generale vince il cinema dei festival contro quello mainstream e più tradizionalista, da cui escono con le ossa rotte Sam Mendes, Martin Scorsese e anche Quentin Tarantino, in gara però con i loro film più deboli. Tutto sommato, va più che bene così.

giovedì 6 febbraio 2020

OSCAR 2020: PRONOSTICI E SPERANZE. Il "POSTONE" DEFINITIVO!


Sarà una notte di grandi sfide quella che si terrà domenica prossima (l'alba del lunedì per noi) al Dolby Theatre di Los Angeles: il cinema classico (quello di Sam Mendes, di Martin Scorsese e della "vecchia" Hollywood) contro quello più alternativo (di Quentin Tarantino, di Taika Waititi, dei cinecomics e di Netflix), il dramma della guerra (1917, Jojo Rabbit) contro la delicatezza e la grazia femminile (Piccole donne), e ancora la follia malsana del Joker contro quella struggente di una coppia in crisi (Storia di un matrimonio)... Ma anche Venezia contro Cannes, maschi contro femmine e perfino mariti contro mogli (Noah Baumbach e Greta Gerwig, compagni nella vita e avversari per l'Academy). La 92. Notte degli Oscar si annuncia incerta e spettacolare come non mai, con la bellissima incognita di un film coreano (Parasite) che ha conquistato l'America e potrebbe essere la vera sorpresa di quest'anno...

mercoledì 5 febbraio 2020

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (6 - 12 FEBBRAIO)


C'è Sanremo in tv, e pure il cinema (colpevolmente) si inchina: appena tre film in uscita nel weekend, nessuno dei quali memorabile: i maschietti potranno rifarsi gli occhi con la Margot Robbie di Birds of Prey, mentre le femminucce con l'ennesimo ruolo da "bel tenebroso" (sic!) di Riccardo Scamarcio ne Il ladro di giorni. Per chi riuscirà a trovarlo in qualche sala c'è poi anche un piccolo film francese, Alice e il sindaco, con Fabrice Luchini.

Ma, davvero, bisogna proprio accontentarsi...

lunedì 3 febbraio 2020

BOX OFFICE (30 GENNAIO - 2 FEBBRAIO 2020)

Contunua il momento magico del cinema italiano, ancora una volta in testa al botteghino settimanale: questa volta tocca a Aldo, Giovanni e Giacomo salire sul gradino più alto del podio, con pieno merito perchè il loro ultimo film è finalmente all'altezza della loro fama. Parte bene anche Dolittle, con il sempre amatissimo Robert Downey jr., mentre naufraga sonoramente Judy: malgrado la candidatura all'Oscar per la protagonista Renée Zellweger, il biopic dedicato alla grande Judy Garland porta al cinema solo poche migliaia di appassionati nel primo weekend di programmazione. Un flop colossale, ennesima dimostrazione che non sempre i premi bastano ad attrarre il grande pubblico...

sabato 1 febbraio 2020

ODIO L'ESTATE


titolo originale: ODIO L'ESTATE (ITALIA, 2020)
regia: MASSIMO VENIER
sceneggiatura: DAVIDE LANTIERI, MICHELE PELLEGRINI, MASSIMO VENIER
cast: ALDO BAGLIO, GIOVANNI STORTI, GIACOMO PORETTI, MARIA DE BIASE, CARLOTTA NATOLI, LUCIA MASCINO, DAVIDE CALGARO, SABRINA MARTINA, EDOARDO VAINO, MASSIMO RANIERI, MICHELE PLACIDO
durata: 110 minuti
giudizio: 



Tre uomini che non si conoscono si ritrovano, a loro insaputa e per un errore dell'agenzia, a condividere insieme alle rispettive famiglie la stessa casa presa in affitto per le vacanze estive. La convivenza forzata all'inizio sarà traumatica, ma poi pian piano i rapporti cambieranno...

giovedì 30 gennaio 2020

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (30 GENNAIO - 5 FEBBRAIO)


Ci riprovano dopo tre anni Aldo, Giovanni e Giacomo, questa volta senza il "paracadute" del pubblico natalizio (da sempre il loro target di riferimento) ma sempre con la grancassa della Medusa che garantisce larga distribuzione: non sarà facile emulare Checco Zalone, ma con Odio l'estate il trio milanese si gioca parecchio dopo le ultime non brillanti produzioni.

L'appuntamento cinefilo della settimana è invece con Judy, classico biopic in odore di Oscar con cui un'irriconoscibile Renée Zellweger dona anima e corpo alla grande Judy Garland, mentre per chi ama il cinema d'impegno civile c'è Il diritto di opporsi, storia di ordinario razzismo contro i neri d'America interpretata da Michael B. Jordan. Di tutt'altro spessore invece il leggiadro Dolittle, questa volta con le fattezze di Robert Downey jr.

Restano poi un ennesimo Marco Giallini "d'annata" con Villetta con ospiti e la battagliera Kristen Stewart nell'horror subacqueo Underwater. E insomma... anche per questa settimana ce n'è davvero per tutti i gusti!

martedì 28 gennaio 2020

1917



titolo originale: 1917 (GB, 2019)
regia: SAM MENDES
sceneggiatura: SAM MENDES, KRYSTY WILSON-CAIRNS
cast: GEORGE MACKAY, DEAN-CHARLES CHAPMAN, MARK STRONG, ANDREW SCOTT, RICHARD MADDEN,COLIN FIRTH, BENEDICT CUMBERBATCH
durata: 120 minuti
giudizio: 



Prima Guerra Mondiale, fronte francese: per salvare la vita di 1.600 commilitoni, accerchiati di nascosto dalle truppe tedesche, due giovani soldati britannici vengono incaricati di attraversare le linee nemiche per riferire ai compagni la notizia dell'imminente agguato.

lunedì 27 gennaio 2020

BOX OFFICE (23 - 26 GENNAIO 2020)


La Grande Guerra raccontata da Sam Mendes vince il botteghino settimanale, ma il cinema italiano continua a difendersi egregiamente: oltre al "fenomeno" Me contro Te fa piacere soprattutto il terzo posto assoluto di Figli, tra l'altro con un'ottima media/schermo. Per contro, molte sale già smontano Tolo Tolo, che a questo punto resterà lontanissimo (ad oggi 20 milioni di euro in meno) dal record di Quo Vado? Il film di Checco Zalone ha fatto il vuoto nel primo weekend, forte anche della curiosità di un pubblico che poi si è via via "disaffezionato" all'ultimo lavoro del comico pugliese, che segna una netta discontinuità dalle sue opere precedenti.

venerdì 24 gennaio 2020

JOJO RABBIT



titolo originale: JOJO RABBIT (USA, 2019)
regia: TAIKA WAITITI
sceneggiatura: TAIKA WAITITI
cast: ROMAN GRIFFIN DAVIS, SCARLETT JOHANSSON, TOMASIN MCKENZIE, SAM ROCKWELL, TAIKA WAITITI
durata: 108 minuti
giudizio: 



Nella Germania nazista, con gli Alleati ormai alle porte di Berlino, un timido ragazzino undicenne cresciuto nella totale adulazione di Hitler (tanto da farne il suo amico immaginario) scopre che la madre nasconde in casa e protegge una giovane ragazza ebrea...