giovedì 29 settembre 2022

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (29 SETTEMBRE - 5 OTTOBRE 2022)

 


Settimana incredibilmente ricca di uscite, forse anche troppo... sono infatti tanti, tantissimi i film da oggi disponibili in sala o in piattaforma: si tratta di uscite anche molto importanti, che rischiano di accavallarsi tra loro e rubarsi spettatori a vicenda a causa dei sempre più imperscrutabili criteri della distribuzione italiana. Arrivano infatti in sala due "pezzi da novanta" come Siccità di Paolo Virzì (presentato a Venezia) e Dante di Pupi Avati, filmone ad alto budget dedicato al Sommo Poeta, così come ci pare interessante anche Omicidio nel West End, con Sam Rockwell e Saoirse Ronan. Ma il titolo sicuramente più atteso in assoluto lo propone Netflix con Blonde, il biopic su Marilyn Monroe firmato da Andrew Dominik con Ana De Armas protagonista, passato in concorso al Lido e già in odore di Oscar. Al sottoscritto sinceramente non ha entusiasmato, ma un film del genere merita in ogni caso di esser visto, non fosse altro che per avere un argomento di discussione...  


BLONDE
(di Andrew Dominik, USA 2022)
Un incubo a occhi aperti di una donna incredibilmente iconica, infelice e sfruttata: per Andrew Dominik la storia di Marilyn Monroe non poteva essere raccontata che attraverso un racconto inquietante, a tratti orrorifico, che alterna realtà e immaginazione, dramma e isteria, con gusto estetico notevole (che però andrà irrimediabilmente perso nella visione domestica) ma che mette troppa carne al fuoco finendo per rimanere indigesto. Film debordante, sovraccarico, lento, disomogeneo: la bellezza e la bravura di Ana de Armas non bastano a scacciare una clamorosa pesantezza di fondo...
Visibile su Netflix
                   guarda il trailer
                   aspettativa: 


SICCITA'
(di Paolo Virzì, Italia 2022)
In una Roma assetata e ormai allo stremo, le persone aspettano una pioggia purificatrice che non arriva mai... Paolo Virzì torna  (finalmente!) a graffiare tratteggiando uno spaccato apocalittico e corale di una società nemmeno troppo distopica, incattivita, non risparmiando taglienti riflessioni politiche e sociali. Bel cast tutto italiano (Silvio Orlando, Valerio Mastandrea, Vinicio Marchioni, Claudia Pandolfi, Monica Bellucci, Emanuela Fanelli, Sara Serraiocco, e molti altri ancora...)
Visibile IN SALA
guarda il trailer
                    aspettativa: 



DANTE
(di Pupi Avati, Italia 2022)

Italia, 1330. Dieci anni dopo la morte di Dante Alighieri (Alessandro Sperduti), Giovanni Boccaccio (Sergio Castellitto) viaggia verso Ravenna alla ricerca della figlia Beatrice (Valeria d'Obici) cui deve consegnare dieci fiorini d'oro da parte della Compagnia di Orsanmichele a titolo di risarcimento per l'esilio ingiusto. Il film più ambizioso (e costoso) di Pupi Avati, deciso a raccontare Dante attraverso le parole del Boccaccio, in un grandioso affresco storico dal grande fascino.
Visibile IN SALA
guarda il trailer
aspettativa:  


OMICIDIO NEL WEST END
(di Tom George, USA 2022)

Londra, anni '50. Un impresario teatrale arriva nella City per mettere in scena See how the run di Philip King, ma l'omicidio di un membro della troupe rischia di far saltare tutto. Ad indagare sul caso ci penserà lo zelante Ispettore Stoppard (Sam Rockwell) coadiuvato dalla bella assistente Constable Stalker (Saoirse Ronan). Una garbata commedia gialla stile "cena con delitto", con una coppia di protagonisti deliziosi.
Visibile IN SALA
guarda il trailer
aspettativa: 


ANNA FRANK E IL DIARIO SEGRETO
(di Ari Folman, Belgio/Francia/Lussemburgo 2022)

La storia della martire più famosa del nazismo rivista in chiave animata dall'estro di Ari Folman (ricordate il bellissimo Valzer con Bashir?). Voci originali di Emily Carey, Ruby Stokes e Sebastian Croft. Presentato fuori concorso all'ultimo Festival di Cannes.
Visibile IN SALA
guarda il trailer
aspettativa: 



TUTTI A BORDO
(di Luca Miniero, Italia 2022)

Dopo il lungo lockdown dovuto al Covid, il piccolo Juri è pronto a partire per una vacanza studio in giro per l'Italia. Per un un assurdo disguido però i piccoli partono da soli sul treno senza i genitori, che faranno di tutto per raggiungerli... italianissima commedia degli equivoci, con l'ombra della pandemia sullo sfondo. Con Stefano Fresi, Giovanni Storti, Carlo Buccirosso, Giulia Michelini.
Visibile IN SALA

guarda il trailer
aspettativa: 


ACQUA E ANICE
(di Corrado Ceron, Italia 2022)

Olimpia (Stefania Sandrelli) ha settant'anni e un passato glorioso (e dimenticato) da cantante di balera. Un viaggio verso Zurigo, toccando i luoghi storici della sua carriera, le farà ritrovare (forse) lo spirito di un tempo. Road movie delicato, senile e malinconico, con una Sandrelli mattatrice accompagnata dalla sempre brava Silvia D'Amico.
Visibile IN SALA
guarda il trailer
aspettativa: 


IN VIAGGIO
(di Gianfranco Rosi, Italia 2022)

Il nuovo documentario di Gianfranco Rosi ripercorre passo passo le missioni di Papa Francesco, da Lampedusa al Canada fino al Medio Oriente. Attraverso immagini di repertorio, interviste, archivi fotografici, filmati inediti, Rosi racconta dieci anni di storia del mondo secondo un punto di vista assolutamente privilegiato. Presentato fuori concorso a Venezia 79.
Visibile IN SALA
guarda il trailer
aspettativa: 



UNA BIRRA AL FRONTE
(di Peter Farrelly, USA 2022)

1967: il veterano di guerra John Donahue (Zac Efron), indignato dalle proteste contro la guerra in Vietnam, decide di raggiungere il fronte per portare casse di birra ai soldati americani... un'incredibile storia vera di patriottismo e fanatismo, tratta dal libro omonimo del protagonista. Nel cast anche Russell Crowe e Bill Murray.
Visibile su Apple Tv

guarda il trailer
aspettativa: 



ESCONO ANCHE :

DRAGON BALL SUPER HERO (di Tetsuro Kodama, Giappone 2022)
LA NOTTE DEL 12 (di Dominik Moll, Francia 2022)
SMILE (di Parker Finn, USA 2022)

12 commenti:

  1. See how the run & Dante sicuramente i più interessanti. Però quella Ana versione bionda, mi solletica anche solo per il fatto che sia affetta da biondismo. Però quel biopic con la Williams rimane il mio preferito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me "Blonde" non ha entusiasmato, dico la verità, l'ho trovato pesantissimo, prolisso, per certi versi anche morboso. Ma se devo essere sincero nemmeno il film con la Williams mi era parso granché. Il problema è che la statura di Marilyn è molto, molto difficile da rendere al cinema...

      Elimina
    2. ... fermo restando che Ana de Armas è davvero bravissima, questo è indiscutibile

      Elimina
    3. e fighissima!! oltretutto affetta da biondismo! tu non immagini!

      Elimina
    4. Sì però a Venezia si è dimostrata parecchio stronzetta... non si è mossa dal red carpet e non ha voluto firmare un autografo che sia uno. Antipaticissima!

      Elimina
  2. Ho visto il trailer di Dante al cinema e devo dire che ho temuto una pesantezza importante. Non so se mai lo recupererò. Sto invece vedendo Blonde (ho dovuto dividerlo per via della lunghezza...) e devo farmi una idea precisa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Blonde vedi sopra.
      Dante lo andrò a vedere, l'idea è molto originale e di sicuro non sarà più pesante del film di Dominik (per me, ovviamente). Ho buone sensazioni ;)

      Elimina
  3. La notte del 12 mi sembra il più interessante. Se uscirà nelle sale o da me è una speranza flebile, speriamo.
    Ma anche Russell Crowe e le sue birre mi ispirano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La notte del 12 temo uscirà, come al solito, solo nelle grandi città. Speriamo almeno in una distribuzione in streaming decente

      Elimina
  4. Guarda, ti dico una cosa: se avessi dovuto vedere a casa mia un film come Blonde probabilmente non sarei mai arrivato alla fine... è vero che andare al cinema ti costringe a "programmare" una serata (con conseguente viaggio, parcheggio, costo dei biglietti, ecc...) ma è anche vero che la sala ti "obbliga" alla visione e ti fa restare maggiormente concentrato e motivato. Malgrado tutto la preferisco ancora :)

    RispondiElimina
  5. Ciao Kris, ho apprezzato tantissimo Ana de Armas nell'ultimo 007, dove riusciva ad essere allo stesso tempo sexy, apparentemente ingenua e spiritosa proprio come era Marilyn, ma da quello che scrivi del film mi passa tutta la voglia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei è bravissima, davvero. Niente da dire. Il film però è un mattone tremendo, oltretutto (per me) in certi punti va anche oltre il buongusto... però, come dico sempre, non mi piace che non andate a vedere i film perché io ne parlo male: mi sento in colpa <3

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...