venerdì 24 febbraio 2017

OSCAR 2017 : PRONOSTICI, COMMENTI, DUBBI, SPERANZE. DITE LA VOSTRA !


Sarà l'anno del musical, e su questo non ci sono mai stati dubbi in proposito: Hollywood celebra se stessa rispolverando un genere antico, classico, spettacolare, che ogni tanto rispunta fuori dai capannoni dorati degli Studios... La La Land è un buon prodotto d'intrattenimento costruito apposta per fare incetta di statuette: è sicuramente il miglior film tra quelli in gara, ma altrettanto sicuramente non è il miglior film dell'anno. L'Academy, si sa, respinge con chirurgica precisione tutto quello che non rientra nei suoi canoni, e per questo non è il caso di fare drammi se tra i candidati mancano all'appello nomi in apparenza imprescindibili come quelli di Pablo Larraìn, Martin Scorsese, Xavier Dolan, Paul Verhoeven, Clint Eastwood (e, in campo attoriale, quelli di Amy Adams, Tom Hanks, Michael Keaton... per non parlare poi di quelli che, anche se ci sono, dovrebbero stravincere e invece non vinceranno, come Natalie Portman e Viggo Mortensen). 

Per noi italiani però l'Oscar significa soprattutto documentario: il bellissimo Fuocoammare di Gianfranco Rosi è in corsa per la statuetta e ci piacerebbe tanto che il lungo percorso iniziato lo scorso anno con la vittoria a Berlino e poi proseguito in tutto il mondo avesse il suo lieto fine. Ce lo auguriamo.

Qui di seguito comunque, come ogni anno, ci sono i miei commenti e i miei pronostici sulla lunga notte del 26 febbraio: se qualcuno di voi ha voglia/piacere/desiderio di commentare ed esprimere la sua opinione... si faccia avanti: cosa c'è di più cinefilo che discutere sugli Oscar??? L'appuntamento è per domenica prossima!   

mercoledì 22 febbraio 2017

JACKIE

(id.)
regia: Pablo Larraìn (Usa, 2016)
cast: Natalie Portman, Peter Sarsgaard, John Hurt, Greta Gerwig, Billy Crudup
sceneggiatura: Noah Oppenheim
fotografia: Stèphane Fontaine
scenografia: Jean Rabasse
montaggio: Sebastian Sepulveda
musica: Mica Levi
durata: 91 minuti
giudizio: 

trama:  Le 96 ore successive all'omicidio di John Fitzgerald Kennedy viste dalla parte della ormai ex first-lady Jacqueline (detta "Jackie"), costretta a dibattersi tra il dolore lacerante per la morte del marito, la preparazione dei funerali di Stato e le schermaglie politiche di chi vorrebbe subito insediarsi al suo posto alla Casa Bianca...

martedì 21 febbraio 2017

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (23 - 28 FEBBRAIO)

Settimana ricca di uscite di qualità quella che comincia giovedì (post anticipato di un paio di giorni per lasciare posto agli Oscar)

Arrivano infatti quattro pellicole importanti e comunque degne di visione, a cominciare dallo splendido Jackie di Pablo Larrain, già ammirato a Venezia e finalmente sui nostri schermi. Ma grande attesa anche per Trainspotting 2, di nuovo con Danny Boyle alla regia e con gli stessi protagonisti di vent'anni fa, oltre a Barriere (di e con Denzel Washington) e il kolossal cinese The Great Wall, che segna il ritorno in grande stile di Zhang Yimou.

Non c'è che l'imbarazzo della scelta... buona visione!

lunedì 20 febbraio 2017

BOX OFFICE (16 - 19 GENNAIO 2017)

Le "sfumature" consolidano senza troppi problemi il loro primato al botteghino, pur senza sfondare: intendiamoci, l'incasso è ragguardevole (12 milioni di euro in dieci giorni) ma ben lontano dai 20 del primo capitolo, a conferma di una stagione cinematografica piuttosto avara di incassi (siamo ancora sotto di un buon 40% rispetto a un anno fa).

Soffre, ancora una volta, il cinema d'autore: molto deludenti, infatti, i risultati di due pellicole in corsa per l'Oscar come Manchester by the sea e Moonlight (meno di mezzo milione il primo, addirittura fuori dalla top ten l'altro), mentre continua la striscia positiva di La La Land, ormai lanciato verso i 7 milioni e con la concreta possibilità di compiere un nuovo exploit dopo la Notte delle Stelle, che verosimilmente dovrebbe incoronarlo vincitore...

sabato 18 febbraio 2017

MOONLIGHT

(id.)
regia: Barry Jenkins (Usa, 2016)
cast: Trevante Rhodes, Andrè Holland, Mahershala Ali, Janelle Monàe, Naomie Harris
sceneggiatura: Barry Jenkins 
fotografia: James Laxton
scenografia: Hannah Beachler
montaggio: Joi McMillon, Nat Sanders
musica: Nicholas Britell
durata: 110 minuti
giudizio: 


trama:  Infanzia, adolescenza e maturità del giovane Chiron, ragazzo nero, omosessuale, cresciuto nell'inferno dei bassifondi di Miami in mezzo a droga, sporcizia, violenza, e una famiglia disastrata. Grazie all'aiuto del suo unico amico e di una coppia di spacciatori, riuscirà a sopravvivere e accettare la propria sessualità     

giovedì 16 febbraio 2017

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (16 - 22 FEBBRAIO)

Gli Oscar si avvicinano e di conseguenza aumentano le uscite dei film che possono realisticamente ambire alle preziose statuette. Questa settimana è il turno di due pellicole importanti come Moonlight e Manchester By The Sea, pluricandidate agli Academy Awards e già vincitrici di svariati premi collaterali... difficilmente sbancheranno al botteghino ma la visione è d'obbligo per i cinefili "doc", anche in vista di un commento ragionato sulla Notte delle Stelle.

Per il resto, difficile aspettarsi qualcosa di buono dall'ennesimo episodio di Residenti Evil (già "stanco" fin... dal manifesto) e dal britannico Autobahn (il motivo del titolo in tedesco resta un mistero) che quantomeno schiera un cast importante.

lunedì 13 febbraio 2017

BOX OFFICE (9 - 12 FEBBRAIO 2017)


Nonostante la concorrenza di Sanremo, le Cinquanta sfumature di nero dominano il weekend rispettando le previsioni: 6,5 milioni di euro in tre giorni, una cifra forse non da record (il primo capitolo arrivò quasi a 20 milioni complessivi) ma ragguardevolissima in considerazione del calo generalizzato degli incassi di quest'anno. Continuano anche le ottime performance di La La Land e Hacksaw Ridge, mentre L'ora legale di Ficarra e Picone è il secondo film italiano ad entrare nella top-ten assoluta, un risultato del tutto inaspettato alla vigilia...

sabato 11 febbraio 2017

SMETTO QUANDO VOGLIO - MASTERCLASS

(id.)
regia: Sydney Sibilia (Italia, 2017)
cast: Edoardo Leo, Stefano Fresi, Greta Scarano, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Giampaolo Morelli, Libero De Rienzo, Pietro Sermonti, Lorenzo Lavia, Marco Bonini, Valeria Solarino, Luigi Lo Cascio
sceneggiatura: Sydney Sibilia, Francesca Manieri, Luigi Di Capua 
fotografia: Vladan Radovic
scenografia: Alessandro Vannucci
montaggio: Gianni Vezzosi
musica: Michele Braga
durata: 118 minuti
giudizio: 


trama:  Pietro Zinni, ancora in carcere per traffico di droga (dopo la condanna per i fatti del primo film) si vede offrire dal commissario di polizia Paola Coletti un'inaspettata scappatoia per la libertà: dovrà ricostituire (clandestinamente) la vecchia "banda" di ricercatori per ripulire la città dagli spacciatori di droghe sintetiche ancora in circolazione.

giovedì 9 febbraio 2017

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (8 - 15 FEBBRAIO)

E' la settimana del Festival di Sanremo e di conseguenza le uscite cinematografiche sono ridotte al lumicino. Con un'unica, grande eccezione: tornano le "sfumature", stavolta dipinte di nero, secondo capitolo tratto dalla fortunatissima collana erotico-letteraria scritta da E.L. James e campione d'incassi anche al cinema... il primo film, a sorpresa, sbancò i botteghini anche in Italia: e, per quanto sia grottesco dirlo, è l'ultima speranza dell'industria cinematografica per risollevare gli asfittici incassi della stagione. 


Se siamo messi bene o male sta a voi dirlo...

martedì 7 febbraio 2017

LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE

(Hacksaw Ridge)
regia: Mel Gibson (Usa, 2016)
cast: Andrew Garfield, Vince Vaughn, Sam Worthington, Hugo Weaving
sceneggiatura: Andrew Knight, Robert Schenkkan 
fotografia: Simon Duggan
scenografia: Barry Robison
montaggio: John Gilbert
musica: Rupert Gregson-Williams
durata: 139 minuti
giudizio: 


trama:  Nel 1942 il 23enne Desmond T. Doss si arruola nell'esercito americano nonostante la sua religione (avventista) gli impedisca di toccare qualsiasi tipo di arma. Spedito sul fronte giapponese come assistente medico, riuscirà a salvare 75 commilitoni senza mai imbracciare il fucile, ricevendo per questo la Medaglia d'Onore del Governo degli Stati Uniti.