lunedì 11 dicembre 2017

GOLDEN GLOBES 2018 : TRA LE CANDIDATURE SPUNTA (ANCHE) GUADAGNINO

C'è tanta Venezia nelle candidature per i 75. Golden Globes, i premi della stampa estera per il cinema americano che fanno da tradizionale anticamera agli Oscar: Alberto Barbera sarà sicuramente soddisfatto nel vedere che i due film principali, quelli che verosimilmente si contenderanno le statuette, sono stati entrambi presentati (e premiati) al Lido: si tratta del vincitore del Leone d'oro, La forma dell'acqua di Guillermo Del Toro, e del bellissimo Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh (che vinse il premio per la sceneggiatura), rispettivamente con 7 e 6 nomination, tutte quelle più pesanti. A conferma dell'attenzione particolare che la rassegna lidense, da diversi anni ormai, nutre per il grande cinema di qualità aldilà dell'Atlantico.

BOX OFFICE (7 - 10 DICEMBRE 2017)

In attesa dei "botti di Natale" (Star Wars e i cinepanettoni) che usciranno nel prossimo weekend, Assassinio sull'Orient Express continua a dominare incontrastato il botteghino, seguito a distanza siderale da Gli Eroi del Natale e Smetto quando voglio ad honorem, che comunque sfonda i due milioni di euro (non era scontato) così come Gli Sdraiati.

Delude invece Suburbicon, che raggranella solo mezzo milione di euro nei primi tre giorni di programmazione: è evidente che il pubblico italiano preferisce ancora di gran lunga il George Clooney attore piuttosto che dietro la macchina da presa...

domenica 10 dicembre 2017

EFA 2017 : TRIONFA "THE SQUARE", CINEMA ITALIANO NON PERVENUTO...

Con gli European Film Awards comincia tradizionalmente la Award Season: nella serata di ieri sera, tenutasi a Berlino (ovvero la città dove sono nati, giusto trent'anni fa), protagonista assoluto è stato il film svedese The Square, già Palma d'oro a Cannes e, a questo punto, grande favorito anche per la corsa all'Oscar come miglior film straniero.

venerdì 8 dicembre 2017

ASSASSINIO SULL'ORIENT EXPRESS

(Murder on the Orient Express)
regia: Kenneth Branagh (Usa, 2017)
cast: Kenneth Branagh, Johnny Depp, Penelope Cruz, Willem Dafoe, Michelle Pfeiffer, Judi Dench, Daisy Ridley, Tom Bateman, Josh Gad, Derek Jacobi, Leslie Odom jr.
sceneggiatura: Michael Green
fotografia: Haris Zambarloukos
scenografia: Jim Clay
montaggio: Mick Audsley
musiche: Patrick Doyle
durata: 114 minuti
giudizio: 

trama: Nel 1934 l'investigatore privato Hercule Poirot, in vacanza a Istanbul, viene improvvisamente richiamato a Londra per impegni di lavoro. Rimediata all'ultimo momento una cuccetta sull' Orient Express, sarà costretto suo malgrado a dover risolvere un caso di omicidio a bordo dello stesso treno, dalle dinamiche apparentemente molto, molto complicate... 

mercoledì 6 dicembre 2017

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (SPECIAL EDITION WITH FORD E CANNIBAL KID...)

Signori, squillino le trombe e rullino i tamburi per questo (in)consueto post sulle uscite settimanali... che oggi, in via eccezionale, si "allarga" a due blogger che hanno fatto la storia della rete (!) e a cui sono onorato di avermi concesso ospitalità (che dite, un po' troppo pomposa la presentazione? forse sì, ma ci stava dai!). Si tratta di Cannibal Kid di Pensieri Cannibali e Ford di White Russian, che commenteranno semi...seriamente insieme a me i film al cinema fin da oggi.
Leggete, dunque. E buon divertimento: quando vi ricapita un'occasione così???









lunedì 4 dicembre 2017

SMETTO QUANDO VOGLIO AD HONOREM

(id.)
regia: Sydney Sibilia (Italia, 2017)
cast: Edoardo Leo, Neri Marcorè, Luigi Lo Cascio, Stefano Fresi, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero De Rienzo, Pietro Sermonti, Giampaolo Morelli, Lorenzo Lavia, Marco Bonini, Rosario Lisma, Greta Scarano, Valeria Solarino
sceneggiatura: Sydney Sibilia, Francesca Manieri, Luigi Di Capua
fotografia: Vladan Radovic
scenografia: Alessandro Vannucci
montaggio: Gianni Vezzosi
musiche: Michele Braga
durata: 96 minuti
giudizio: 

trama:  Un misterioso terrorista è deciso a far esplodere l'aula magna dell'università La Sapienza durante la consegna delle lauree ad honorem. Il detenuto Pietro Zinni, l'unico a conoscenza delle intenzioni del killer, non viene creduto e scambiato per psicopatico. All' ex biologo non resta dunque che farsi trasferire a Rebibbia e chiedere aiuto al nemico di sempre, Er Murena, prima di ricostituire, per l'ultima volta, la vecchia banda di ricercatori.

BOX OFFICE (1 - 3 DICEMBRE 2017)

Il fascino dell' Orient Express (e di un cinema classico, spettacolare, divistico, per famiglie) cattura gli spettatori e sbanca il box office settimanale, lasciando come previsto le briciole agli altri, troppi film usciti nel weekend. Si salva solo l'ultimo capitolo di Smetto quando voglio, che raccoglie un bel milioncino di incassi, meritato per un bel film di cui parleremo presto.

Da segnalare anche il buon risultato (in rapporto al numero degli schermi in cui è uscito) di Seven Sisters, a dimostrazione che la fantascienza è ancora un genere capace di raccogliere il suo bello "zoccolo duro di appassionati"...

sabato 2 dicembre 2017

GLI SDRAIATI

(id.)
regia: Francesca Archibugi (Italia, 2017)
cast: Claudio Bisio, Gaddo Bacchini, Ilaria Brusadelli, Cochi Ponzoni, Antonia Truppo, Sandra Ceccarelli, Gigio Alberti, Donatella Finocchiaro
sceneggiatura: Francesca Archibugi, Francesco Piccolo
fotografia: Kika Ungaro
scenografia: Sandro Vannucci
montaggio: Esmeralda Calabria
musiche: AA.VV.
durata: 103 minuti
giudizio:

trama:  Giorgio Selva, famoso anchorman televisivo, da sette anni è in conflitto con la ex moglie, rampante architetto in carriera. Tra loro due si divide, non senza problemi, il figlio diciassettenne Tito, rampollo confuso, idealista e introverso, alle prese con i turbamenti tipici dell'adolescenza e al difficile rapporto con il padre, amorevole ma pasticcione...

giovedì 30 novembre 2017

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (30 NOVEMBRE - 5 DICEMBRE)


Una settimana "bestiale" (in senso cinematografico) a dimostrazione, l'ennesima, della scarsa lungimiranza della distribuzione italiana, che si ostina a far uscire tanti film interessanti nell'arco dello stesso weekend... così, insieme ad Assassinio sull' Orient Express di Branagh, probabile campione d'incassi, c'è posto (si fa per dire) per l'attesissimo ritorno di Roberta Torre, per l'ultima avventura della scalcinata banda di Smetto quando voglio, per un' interessante incursione nella science-fiction tutta "made in England" (Seven Sisters).

E infine, come se non bastasse, spazio anche al grande cinema d'autore con l'ultimo film di Michael Haneke, poco apprezzato a Cannes ma degno comunque del massimo rispetto (il sottoscritto lo ha già visto e recensito e, fidatevi, non è affatto una ciofeca come in troppi, a caldo, hanno sentenziato)

martedì 28 novembre 2017

DETROIT

(id.)
regia: Kathryn Bigelow (Usa, 2017)
cast: John Boyega, Will Poulter, Algee Smith, Jacob Latimore, Jason Mitchell, Hannah Murray
sceneggiatura: Mark Boal
fotografia: Barry Ackroyd
scenografia: Jeremy Hindle
montaggio: William Goldenberg, Harry Yoon
musiche: James Newton Howard
durata: 143 minuti
giudizio: 

trama:  Nel 1967 gli abitanti del ghetto nero di Detroit si ribellarono contro le forze di polizia, colpevoli di sanguinose violenze ed efferatezze ai danni della popolazione locale (e non solo). Erano gli anni delle battaglie (spesso furiose) per i diritti civili e contro il razzismo, "propedeutiche" all'assassinio di Martin Luther King. Una pagina nerissima di storia americana.