sabato 17 novembre 2018

FIRST MAN - IL PRIMO UOMO





titolo originale: FIRST MAN (Usa, 2018)
regia: DAMIEN CHAZELLE
sceneggiatura: JOSH SINGER
cast: RYAN GOSLING, CLAIRE FOY, COREY STOLL, PABLO SCHREIBER, JASON CLARKE, KYLE CHANDLER
durata: 141 minuti
giudizio:


giovedì 15 novembre 2018

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (15 - 21 NOVEMBRE)


Settimana ricca di uscite, e pure di buon livello (almeno sulla carta), curiosamente all'insegna di Sua Maestà Britannica: battono infatti bandiera inglese sia gli Animali Fantastici di David Yates (secondo spin-off del filone "potteriano") sia il delicato Chesil Beach, con la sempre bravissima Saoirse Ronan. Ed è inglese anche Steve McQueen, regista già premio Oscar con 12 anni schiavo e ora atteso al ritorno sugli schermi con l' heist-movie Widows.

La "chicca" per cinefili della settimana arriva invece dalla Russia: Summer di Kirill Serebrennikov è già un piccolo cult, soprattutto per le vicissitudini produttive che ne hanno martoriato l'uscita (il regista, attivista politico dichiaratamente anti-Putin, è stato arrestato durante le riprese). E, sempre in tema di cinema "impegnato", merita attenzione In Guerra di Stéphane Brizé, che mette (ancora) in scena la lotta di classe: ed è un gran merito, di questi tempi.

martedì 13 novembre 2018

NOTTI MAGICHE



titolo originale: NOTTI MAGICHE(Italia, 2018)
regia: PAOLO VIRZI'
sceneggiatura: PAOLO VIRZI', FRANCESCA ARCHIBUGI, FRANCESCO PICCOLO
cast: MAURO LAMANTIA, GIOVANNI TOSCANO, IRENE VETERE, GIANCARLO GIANNINI, ROBERTO HERLITZKA
durata: 125 minuti
giudizio:


lunedì 12 novembre 2018

BOX OFFICE (8 - 11 NOVEMBRE 2018)

Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni continua a dominare incontrastato il botteghino, "doppiando" il comunque sorprendente e autoriale Tutti lo sanno (che sfrutta l'appeal dell'accoppiata Cruz-Bardem), e arrivando a un passo dal podio stagionale con 7 milioni incassati in soli dieci giorni di programmazione.

Non esaltante invece il risultato di Notti Magiche di Virzì, che si deve accontentare di appena 657mila euro nel primo weekend: evidentemente il passaparola negativo del pubblico (il film - ne parleremo - è molto deludente) non ha di certo giovato.

venerdì 9 novembre 2018

LE VITE DEGLI ALTRI (100 ANNI DOPO LA GRANDE GUERRA)

Ovviamente la Prima Guerra Mondiale non c'entra con questo film. Non c'entra... ma c'entra: perchè questo splendido film del tedesco Von Donnesmarck (poi mai più ripetutosi a questi livelli) racconta in maniera esemplare le scorie della guerra e le sue conseguenze sulla popolazione, anche a distanza di decenni. L'incubo della "guerra fredda" certifica l'inutilità della lotta armata e il fallimento della strategia del terrore, i cui unici risultati furono le tante vittime innocenti, colpevoli solo di avere un'opinione personale, qualsiasi essa fosse...





titolo originale: DAS LEBEN DER ANDEREN (Germania, 2006)
regia: FLORIAN HENCKEL VON DONNESMARCK
sceneggiatura: FLORIAN HENCKEL VON DONNESMARCK
cast: ULRICH MUHE, SEBASTIAN KOCH, MARTINA GEDECK, THOMAS THIEME
durata: 137 minuti
giudizio:


giovedì 8 novembre 2018

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (8 - 14 NOVEMBRE)


Dopo la parentesi "americana" del suo film precendente, Paolo Virzì torna a misurarsi con atmosfere e paesaggi più vicini e congeniali: Notti Magiche è un'opera nostalgica e parzialmente autobiografica, un omaggio dicharato al cinema italiano che fu... non è difficile infatti ritrovare nei tre giovani protagonisti del film, tre sceneggiatori (che ovviamente sono gli alter ego di quelli "veri", vale a dire lui stesso, Francesca Archibugi e Francesco Piccolo), la voglia e l'entusiasmo di chi ha scelto di fare un mestiere la propria passione. Film che parla più al cuore che al cervello, e non è necessariamente un difetto, anzi...

martedì 6 novembre 2018

TORNERANNO I PRATI (100 ANNI DOPO LA GRANDE GUERRA)

torneranno i prati (scritto volutamente in minuscolo) è l'ultimo film di un grande regista e un grande uomo, Ermanno Olmi, che ha riversato in questa piccola opera su commissione il suo testamento artistico e spirituale: un film contro la follia della guerra, un omaggio alle diversità e alla fratellanza, la ricerca ancestrale di umanità anche in un contesto tragico come le trincee della Grande Guerra. Ripropongo questa recensione che già scrissi nel 2014 perchè la trovo perfetta per chiudere i conti con il centenario del primo conflitto mondiale, ribadendo la necessità di imparare dagli errori del passato.


titolo originale: TORNERANNO I PRATI (Italia, 2014)
regia: ERMANNO OLMI
sceneggiatura: ERMANNO OLMI
cast: CLAUDIO SANTAMARIA, ALESSANDRO SPERDUTI, FRANCESCO FORMICHETTI, ANDREA DI MARIA
durata: 80 minuti
giudizio:

lunedì 5 novembre 2018

BOX OFFICE (1 - 4 NOVEMBRE 2018)


 Il lungo ponte di Ognissanti rianima finalmente il botteghino, anche se a farla da padrone sono sempre i film per ragazzi: stravince la Disney con il suo Lo schiaccianoci e i quattro regni, che sfiora i 5 milioni di euro complessivi (con 7mila euro di media/schermo) seguito a distanza ragguardevole da Il mistero della Casa del Tempo, mentre si difende bene First Man di Chazelle. Sprofonda invece il nuovo Halloween, che evidentemente non ha sortito tra gli appassionati lo sperato effetto-nostalgia (i tre milioni complessivi sono ben al di sotto delle aspettative).

Ancora dolori per il cinema italiano: discreto il risultato di Ti presento Sofia di Guido Chiesa, che sfiora il milione e mezzo, ma a tutt'oggi non c'è ancora un film tricolore nei primi venti incassi della stagione (record negativo) mentre continuano a stupire sia A star is born (arrivato a sei milioni dopo un mese di programmazione) sia Il verdetto, che malgrado le pochissime sale in cui viene distribuito ottiene ancora medie ragguerdevolissime.

sabato 3 novembre 2018

JOYEUX NOEL (100 ANNI DOPO LA GRANDE GUERRA)

Il 4 novembre di un secolo fa l'armistizio di Villa Giusti poneva fine, sul fronte italiano, alla Prima Guerra Mondiale. Mi sono sempre chiesto come mai nel nostro Paese non ci sia mai stata un'adeguata presa di coscienza delle imprese dei nostri soldati e una doverosa commemorazione dei nostri caduti (militari e civili). Colpa, a mio giudizio, dello sciagurato Ventennio fascista che immediatamente seguì la fine delle ostilità e fece sprofondare l'Italia in un abisso di vergogna e disperazione tali da farci dimenticare anche l'eroismo della Grande Guerra. Che, come tutti sanno, rappresentò per noi il raggiungimento dell'unità nazionale con le conquiste di Trento e Trieste, strappate a caro prezzo all'Impero Austro-Ungarico.



titolo originale: JOYEUX NOEL (Francia, 2005)
regia: CHRISTIAN CARION
sceneggiatura: CHRISTIAN CARION
cast: GUILLAUME CANET, LUCAS BELVAUX, DANIEL BRUHL, DANY BOON, DIANE KRUGER
durata: 96 minuti
giudizio: 

mercoledì 31 ottobre 2018

ANDIAMO AL CINEMA - LE USCITE DELLA SETTIMANA (31 OTTOBRE - 7 NOVEMBRE)


Dai sognatori di La La Land al sogno, tutto americano, di Neil Armstrong, poi divenuto realtà: Damien Chazelle con First Man ci racconta la conquista della Luna nel film che ha aperto l'ultima Mostra di Venezia, di sicuro il titolo di maggior interesse di un ponte d'Ognissanti non esaltante in fatto di uscite cinematografiche...

Dispiace soprattutto vedere registi una volta promettenti e capaci come l'ex re dell'horror Eli Roth e l' ex cineasta impegnato e militante Guido Chiesa (ricordate Lavorare con lentezza?) alle prese con filmetti giovanilistici e insulse commediole, totalmente asserviti alle logiche commerciali dei loro produttori. Peccato.